L’harissa, salsa piccante per dare un pizzico di brio ad ogni piatto

di Roberto 11

Uno dei sapori che più preferisco in cucina è sicuramente il piccante. Ben dosato e nelle portate giuste il peperoncino riesce sempre a dare quel tocco in più al piatto, ed anche all’atmosfera.

Per rendere piccati i piatti si possono utilizzare diversi ingredienti, dal peperoncino tal quale, a l’olio santo, olio in cui è messo a macerare il peperoncino.

Esistono vari composti a base di peperoncino, la cucina calabra ne è piena e con maestria sa fare del peperoncino un vero e proprio tesoro.


Ma un prodotto molto particolare, che personalmente ho conosciuto qualche anno fa, è l’harissa.
Questa cremina composta da un misto di peperoncino e spezie di vario tipo è di per se un altro tipo di spezia, dal gusto vivace e con mille sapori nascosti.

L’harissa è un condimento, o meglio una salsa tipica della cucina Nordafricana ed in particolare di quella Tunisina e Libica, nei diversi paesi gli ingredienti secondari possono variare, ma i componenti fondamentali rimangono peperoncino, aglio ed olio.

L’harissa piccante può essere usata in mille modi, schiacciata con la forchetta con un po’ di tonno diventa insuperabile e resa un po’ più liquida, sciogliendola nell’acqua di cottura della pasta, diventa un ottimo condimento per gli spaghetti. Spalmata su delle fettine di pane arrostito, per fare delle bruschette dal sapore hot.

Potete usarla per insaporire le uova, formaggi stagionati e verdure arrostite. Un cucchiaino per condire i piatti, soprattutto a base di pesce, dà un tocco “allegro” ed esotico.

Vi propongo una ricetta per poter fare l’harissa in casa, e se ne fate un po’ di più di quello che ve ne serve, non preoccupatevi, potete metterla in un barattolo di vetro, avendo l’accortezza di ricoprire la superficie con dell’olio, e conservarla in frigo anche per un mese.

Harissa – ingredienti:

Preparazione:
come prima cosa pulite bene i peperoncini, eliminando il picciolo ed i semi, aprendoli lateralmente.
Metteteli a bagno in un filo d’acqua fredda e il succo di mezzo limone, e lasciateli ammollo per circa 1 ora.

Trascorsa l’ora, scolate bene i peperoncini e lasciateli asciugare un po’. A questo punto non resta che pestare tutti gli ingredienti in un mortaio di marmo o in un mixer, aggiungendo l’olio a filo in quantità sufficiente per ottenere una pasta omogenea.

Pestate fino ad amalgamare il tutto e attere una crema densa. A questo punto aggiungete il succo di mezzo limone, usando l’accortezza di filtrarlo, e salate leggermente.

Ora fate attenzione a non esagerare con le dosi o rischierete di far lacrimare i vostri ospiti!