La crema di pomodoro in zucca, una ricetta a sorpresa per Halloween

di Claudia 2



Ve l’avevo detto che nel corso di questo excursus sulle preparazioni per Halloween vi avrei proposto qualche ricetta disgustosa, ed eccoci arrivati al dunque! La crema di pomodoro in zucca è una ricetta perfetta, non solo per la bontà della crema, che potrete chiaramente preparare anche in periodi non sospetti, ma perchè la sua presentazione finale è davvero perfetta per una bella cena a lume di candela con la casa completamente agghindata con mostri, scheletri e ragni (senza dimenticare il vostro costume da strega!).

Mi raccomando, acquistate la zucca intera, una bella zucca, tonda e perfetta, e fate moltissima attenzione ad aprirla, a non bucarla e ad estrarre tutta la polpa con moltissima attenzione. Visto che parliamo di festa di Halloween la polpa potrete chiaramente utilizzarla per moltissime ricette, perché per questa “ricetta a sorpresa” abbiamo bisogno solo del suo involucro!

Crema di pomodoro in zucca


Ingredienti

1 zucca intera | 1 kg. pomodori | 3 carote | 1 cipolla | 50 gr. burro | 1 bicchiere panna liquida | parmigiano grattugiato | sale e pepe

Preparazione

  Tagliare la zucca in senso orizzontale, eliminando il "capello" per intendersi e svuotarla con cura, lasciando l'esterno intatto.

  Scottare i pomodori e pelarli, eliminare i semi e lasciarli soffriggere con il burro e la cipolla tagliata in fettine sottili.

  Lessare le carote nel frattempo in modo da unirle ai pomodori senza farli freddare troppo e passare il tutto con il passaverdure.

  Rimettere tutto al fuoco, con un litro d'acqua e lasciar restringere la crema. Unire quindi la panna.

  Versare la vellutata nella metà della zucca e ricoprirla con la parte superiore, portarla in tavola così servendo la crema con parmigiano grattugiato e accompagnandola con dei crostini di pane fritti nel burro.

Voi pensate all’effetto finale. Gli invitati sono tutti arrivati e voi siete state pronte con degli stuzzichini divertenti e salati, e adesso sono tutti a tavola che aspettano l’inizio della cena (terrificante e disgustosa come vuole la tradizione), ed ecco che vi presentate a tavola con una zucca, chiusa dal suo cappello, e una volta aperta il suo interno sarà una crema di pomodoro,  un gioco delizioso che richiama qualcosa di disgustoso, una specie di cervello cremoso e spappolato che invece si rivelerà una buonissima crema calda e soffice, tutta da gustare.

 

Commenti (2)

  1. adoro la “tomato soup” da quando l’ho provata in Inghilterra, per cui devo assolutamente sperimentare questa!grazie per la ricetta

  2. @ Panna&Zucchero:
    Ti assicuro che questa versione oltretutto viene da un bel libro di ricette di mia mamma, italianissimo, quindi poi fammi sapere per il confronto tra Italia e Inghilterra e dimmi chi vince sulla vellutata di pomodoro!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>