Pappardelle al profumo di menta con sughetto….. vegetale

di Mammazan 9

E’ stato “amore” a prima vista.

Quando ho visto questa ricetta su un giornale di cucina di qualche mese fa e che ora non trovo, mi ha conquistata il connubio tra la pasta profumata alla menta, diligentemente preparata e stesa a mano, e un sugo vegetale facile da preparare e con ingredienti facilmente reperibili sul mercato perché di stagione.

Ho fatto però una variante golosa che in seguito ho giudicato ben azzeccata e cioè l’aggiunta di una manciata di mazzancolle che avevo nel freezer e quindi a….. disposizione.

Ricordo ancora che, quando ero piccola, mio padre voleva che la mamma avesse in cucina tutti gli elettrodomestici e robot che le potessero venire in aiuto nella preparazione delle vivande. Non volle mai però che acquistasse la macchina per stendere la pasta. Le tagliatelle le voleva stese a mano e aveva ragione.

Il metodo manuale, sicuramente più lungo, conferiva alla pasta una consistenza diversa, ineguagliabile. E così la domenica mattina la mamma impastava e stendeva a mano le tagliatelle ben gialle di uova.

Le allargava su un telo pulito affinché si asciugassero e con il resto della pasta faceva dei taglierini che finivano in brodo di carne. La nostra cucina era semplice e tradizionale e parlo della tradizione pugliese.

Le tagliatelle venivano condite con un saporito sugo di carne in cui c’era sempre la presenza di qualche “sfrizzolo” di maiale che conferiva al sugo un sapore che non vi sto a dire. Il peperoncino poi era una costante obbligatoria.

Io che sono invece una figlia un po’ “stravagante” in campo culinario, agli occhi di mia madre, ho accompagnato queste pappardelle, anch’esse stese diligentemente a mano e volutamente ben larghe, a questo sugo che, al profumo della pasta alla menta, unisce la freschezza delle verdure, zucchini e pomodori di Pachino al il tocco profumato del pesce.

Le dosi sono per due persone e possono essere aumentate a piacere.
Tempo di preparazione:circa 45’ .

Il riposo della pasta 30’ e il breve essiccamento all’aria, circa 15’/20’, sono da considerare a parte.

Costo: medio

Difficoltà: media

Ingredienti per 2 persone:

Per la pasta

  • 200gr di farina 00
  • 2 uova di media grandezza
  • Una manciata di foglie di menta circa una trentina, se possibile appena colta.

Per il sugo

  • Un bel grappolo di pomodorini a ciliegia
  • 1/2 cipollina o 1 cipollotto (per un profumo leggermente più “deciso” usare un scalogno)
  • 2 zucchine medie ridotte in dadolata
  • 1 ciuffetto di prezzemolo tritato
  • 100gr di mazzancolle surgelate e già sgusciate.
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Preparazione:

Ho usato il mixer solo per impastare velocemente gli ingredienti per la preparazione della pasta, frullando subito la farina con le foglie della menta e aggiungendo in seguito le uova.
La pasta deve avere una consistenza media e va fatta riposare almeno 30’ coperta da un telo.
Nel frattempo, in un tegame far appassire nell’olio la cipollina, quindi aggiungere la dadolata di zucchine, il prezzemolo tritato e quindi le mazzancolle scongelate a temperatura ambiente.
Salare e volendo pepare.

Dopo il riposo della pasta, stenderla in una sfoglia sottile quindi infarinarla, dividerla a metà nel senso della larghezza, avvolgerla intorno al matterello e tagliare delle strisce larghe almeno 2 cm.

Nessuno vieta però di tagliarle della dimensione voluta.

Buttare la pasta in una capace pentola in acqua in ebollizione e farla cuocere almeno 7’/8′ o a seconda di come si è abitati a mangiare la pasta .

Dico questo perché io amo la pasta al dente, mia figlia la fa cuocere di meno e mia madre di più, quasi a volta un po’ scotta. Scodellare e condire con il sughetto ben caldo.

Ed ecco ancora un particolare goloso!!!

Io non ho usato il FORMAGGIO perché il sugo è a base di pesce.

Se avete un momento di tempo vale la pena di preparare questa pasta profumata e poi….. ditemi!!!!

Commenti (9)

  1. Le pappardelle mi sembrano un po’ troppo spesse e poi non c’è alcune indicazione sulla cottura del sugo, viene detto solo di mettere tutto in padella…

    mah…

  2. Ciao Alessio,
    ti ringrazio innanzituto per il commento. Lo spessore delle pappardelle non ha un valore predefinito, io, come cuoca, ho ritenuto questo spessore il più adattto, ciò non vieta però di tirare la pasta più sottile a seconda dei gusti.

    Il tempo di cotura del sugo è di circa da 15 a 20 minuti.

    Ciao
    Mammazan

  3. che goduria, e poi il piatto di portata è una chicca dovrebbe esere ceramica delle eolie buona giornata

  4. …altra carenza, oltre alla mancata descrizione della procedura per il sugo, e’ che nella ricetta, inclusi gli ingredienti, mancano assolutamente i pomodori pachino citati nella presentazione e presenti nelle foto. Infatti il sugo risulta “in rosso”, mentre dalla ricetta ci sia aspetterebbe un sugo “in bianco” di sole zucchine e mazzancolle…mah…

  5. @ grattugia:
    La ricetta ti dice di buttare tutto in padella, butta anche i pomodorini ed hai fatto! 😀

  6. @ Alessio Proietti:
    Mea culpa….. ho dimenticato in effetti di citare nella lista ingredienti i pomodori di Pachino!!!!!
    Ringrazio per il commento e la richiesta di precisazione.

  7. Per Caravaggio
    infatti il piatto viene prorpio dalle Eolie e mi è stato regalato da mio figlio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>