Una ricetta di primavera: fave e cicorie

di Claudia 0



Devo essere sincera, non conosco molto bene nessuna di queste due verdure, ma questa ricetta, così semplice e che unisce due sapori particolari, mi ha incuriosito dal primo momento che l’ho vista, mentre sfogliavo i miei libri di ricette in cerca di nuovi spunti culinari.

Le fave posso dire di averle conosciute in Toscana, quando mi sono ritrovata di fronte a una combinazione, nota come “baccello e baccellone”! In pratica il formaggio baccellone, un formaggio di pecora a pasta tenera, viene spesso servito e accompagnato, nelle zone di Pisa e Livorno, con i baccelli, ovvero con le fave.

La conoscenza della cicoria per me deriva anche dal fatto di aver scoperto che da essa derivano molte delle varietà del radicchio, ortaggio che adoro, e poi certamente non è una pietanza che si utilizza spesso in cucina, ma comunque è ottima nelle minestre e se ne fa un utilizzo più che giusto in cucina; considerando che è una pianta molto antica è arrivata a noi piuttosto ben messa!

La ricetta è davvero semplice, verdure lessate in pratica, e poi condite o ripassate in padella, ma è un piatto che va provato.

Fave e cicorie


Ingredienti

1 kg. fave novelle con il baccello | 1 kg. cime di cicorie | 1/2 cipolla | olio extravergine di oliva | sale

Preparazione

  Sbucciate le fave e lavatele sotto acqua corrente. Lavate accuratamente le cime di cicoria ed eliminate le foglie più esterne.

  Riempite un pentolone d'acqua, salate e poco prima che l'acqua bolla versate le fave, dopo un paio di minuti le cicorie. Lasciate cuocere fino a quando le verdure saranno tenere.

  Servite in porzioni, condite con poco olio, oppure soffritte con la cipolla tritata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>