Ricette primaverli: le farfalle con il pesto di fave

di Ishtar 2



Se penso che una volta le fave non mi piacessero, ad oggi, a conti fatti, penso a quante bontà devo essermi persa durante tutti questi anni. Per fortuna che crescendo si imparano ad apprezzare diverse cose, in generale nella vita ed anche in tavola. Al pesto di fave comunque non avrei mai pensato, a quello tradizionale al basilico, si, a quallo alla siciliana, alle noci o ancora alle mandorle, ma la mia visione si fermava quì. Fortunatamente un giorno ne sentii parlare da una mia amica la quale cortesemente, dietro mia velatissima insistenza, mi fornì la sua ricetta. Il pesto di fave? Una bontà unica, se poi si vuole esagerare, sempre lei, la mia amica, mi ha suggerito di aggiungere del pesce al condimento della pasta, come ad esempio i gamberetti.

Farfalle al pesto di fave


Ingredienti

400 gr. fave sbollentate e pelate | 100 gr. noci | 100 gr. parmigiano | 2 spicchi aglio | 1 scalogno | 1/2 bicchiere vino bianco secco | 1/2 bicchiere olio extravergine di oliva | timo | sale | pepe | 400 gr. farfalle

Preparazione

  Preparare il pesto passando al robot le fave precedentemente sbollentate e private della pellicina esterna e l'aglio.

  Aggiungere il mezzo bicchiere di olio, il parmigiano e, da ultime le noci. Trasferire il una ciotola e conservare in frigo.

  Aggiustare di sale.

  Lessare le farfalle in abbondante acqua salata e, quando saranno ancora molto al dente, scolarle e (conservando una tazza dell'acqua di cottura) e trasferirli in una padella con il pesto di fave.

  Per insaporire ancora di più le farfalle si può preparare un soffritto con lo scalogno, poco olio e sfumarlo con il vino bianco a piacere.

Io non ho ancora provato ma devo dire che l’idea mi stuzzica non poco. Per il pesto di fave vi serviranno delle noci tritate grossolanamente, del buon olio extra verginbe di oliva, timo, scalogno, aglio. Ricordatevi di togliere la pellicina esterna delle fave, operazione essenziale per ottenere un ottimo pesto.

Commenti (2)

  1. mi attira questa ricetta: ma scalogno e vino bianco a che punto della ricetta si mettono? grazie…

  2. @ Alessia:
    Ciao Alessia, scusa per il ritardo. Lo scalogno ed il vino bianco servirebbero nel caso in cui si volesse insaporire il piatto facendo un soffritto con olio, scalogno e sfumando con il vino bianco. Mi ero dimenticata di specificare, Buon inizio settimana 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>