Insalata di riso, piatto estivo per eccellenza, scopriamo quella alla marinara

di Ishtar 2



Se penso all‘insalata di riso mi viene subito in mente una tavola apparecchiata in terrazza, il venticello fresco che fa svolazzare la tovaglia, le bibite fresche posizionate sul tavolo ed un’allegra compagnia intenta a gustare un buon pranzo: insomma mi viene in mente l’estate. Non che l’insalata di riso debba essere necessariamente consumata solo durante questa stagione, ma  pur vero che, trattandosi di un piatto da servire freddo è logico e naturale associarlo alle temperature attuali. Detto questo, durante gli anni ho provato diversi tipi di insalata di riso, soprattutto quelle “classiche”: avete presente quelle condite con olive, pomodori, formaggio e sottaceti? Ecco, mi ero sempre concentrata su questo filone apportando di volta in volta leggere modifiche.

Insalata di riso alla marinara


Ingredienti

1 kg. cozze | 700 gr. seppie | 300 gr. riso | 4 pomodori | 1 cipolla | zafferano | olio evo | sale | qualche foglia allora | 24 olive nere | 1 spicchio aglio | una manciata prezzemolo | 1 limone | tabasco | vino bianco secco

Preparazione

  Raccogliete il riso in una casseruola, copritelo con g 600 di acqua calda, unite una fetta di cipolla, una foglia di alloro, una bustina di zafferano, un pizzico di sale, coprite il tegame con un foglio di alluminio e passatelo in forno a 200¡ per circa 20', o finché tutta l'acqua sarà stata assorbita.

  sfornate il riso, allargatelo su un vassoio e lasciatelo raffreddare. Lessate per 15' le seppie pulite, coperte d'acqua aromatizzata con un dito di vino e una foglia di alloro.

  Spazzolate bene le cozze liberandole dall'eventuale bisso (barbe) poi fatele aprire in padella, su fuoco alto, con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio, quindi sgusciatele.

  Raccogliete il riso freddo in una ciotola, mescolatelo con le cozze, le seppie tagliate a listerelle, 24 olive spezzettate, i pomodori ridotti a rondelle e condite il tutto con un trito fine di timo e prezzemolo, succo di limone, abbondante olio extravergine crudo e alcune gocce di Tabasco.

Qualche giorno fa però ho voluto tentare la via del mare, ed ecco pronta l’insalata di riso alla marinara, questa si che ti catapulta nell’atmosfera vacanziera! Bene, per preparare l’insalta di riso alla marinara, fermo restando che potete utilizzare tutti i tipi di pesce che preferite, dovreste procurarvi delle cozze e delle seppie, il resto degli ingredienti previsti sono facilmente reperibili in tutte le cucine. SE seguite le istruzioni della ricetta, otterrete un primo piatto che a mio avviso potrebbe fungere anche da piatto unico, fresco e leggero, refrigerante nei momenti di caldo,  di una bontà unica.

Commenti (2)

  1. Mi spieghi per cortesia quale sia la differenza tra far bollire il riso in forno, come da te descritto, e portarlo tradizionalmente in ebollizione sulla pentola?
    Grazie!

  2. @ paolo:
    Ciao Paolo, certo: questo tipo di cottura viene definita cottura pilaf. In pratica è un tipo di cottura che lascia il riso molto gustoso e pronto da utilizzare nei giorni successivi. La cottura pilaf viene utilizzata ad esempio nei ristoranti per avere pronta la base di riso per creare divirsi tipi di piatti. Il vantaggio consiste nel fatto che a fine cottura i chicchi risulteranno ben sgranati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>