Coniglio alla Marengo con riso e miele, sintesi di una cena

di Cecilia Morello 0

Un piatto unico, un pasto completo dal punto di vista nutrizionale ed un ottima soluzione per risolvere in una sola portata una cena. In questa ricetta in particolare troviamo tutto, dal primo (il riso), al secondo (il coniglio), senza dimenticare il dolce (il miele).

Il coniglio alla Marengo è stretto parente del pollo alla Marengo e si prepara quasi nel medesimo modo. Le sue origini lo collegano nientemeno che al celebre condottiero Napoleone Bonaporte. Marengo è una località vicino a Torino, in cui si svolse la battaglia che ha preso il suo nome ed in cui Napoleone sconfisse gli austriaci nel 1800.

Conclusa la battaglia il condottiero ordinò al proprio chef, Dunand, di preparare la cena. La battaglia era stata lunga e lo chef aveva poche provviste, per cui si ingegnò nel mischiare gli ingredienti a sua disposizione, per quanto l’abbinamento potesse sembrare azzardato. Il piatto invece piacque molto a Napoleone che chiese a Durand di cucinarlo al termine di ogni battaglia.


In questa ricetta noi facciamo ancora un passo in più rispetto a Durand: sostituiamo il pollo con il coniglio, vi aggiungiamo il riso, un ingrediente che possiamo definire neutro , e condiamo con del miele.

CONIGLIO ALLA MARENGO CON RISO E MIELE (Ingredienti per 4 persone)
  • 200 g di riso Carnaroli
  • 100 g di riso Venere
  • 1 coniglio da 1,2 kg a pezzi
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 l di brodo di carne
  • 20 g di burro
  • 2 dl di vino bianco
  • 1 pomodoro tagliato a dadini
  • 1 spicchio d’aglio
  • salvia
  • 20 gamberi
  • 15 g di miele
  • 1 cucchiaio di Cognac
  • 1 dl di panna
  • sale e pepe
Preparazione: rosolate il coniglio in una casseruola con olio, aglio e salvia. Fate sfumare con il vino e cuocete per un’ora circa, aggiungendo poco alla volta il brodo.

Private i gamberi della testa, sgusciateli, risciacquateli e fateli rosolare in un’altra padella con il burro. Aggiungete la panna ed il Cognac, cuocete per alcuni minuti per poi unire i pomodori a dadini, il sale ed il pepe.

Separatamente fate cuocere i due tipi di riso (generalmente hanno anche tempi di cottura molto diversi), scolateli bene al dente e teneteli da parte in una terrina con il miele. Il coniglio viene generalmente servito con il suo sugo di cottura ed i gamberi sopra il riso.

In abbinamento Ginger&Tomato consiglia: Collio Chardonnay, un vino del Friuli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>