Polpette al prosciutto e marsala

di Claudia 6

TEMPO: 40 minuti | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: NO | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


Ricordiamoci sempre di preparare le polpette quando ci avanza il pane! Io utilizzo anche la crosta a volte, lasciandola a bagno nel latte, o nell’acqua, per rendere il tutto più leggero, per un po’ di tempo in più rispetto alla mollica. E’ un ottimo modo di non far seccare eccessivamente il pane, fino a non poterlo più utilizzare, visto che è il principale alimento che non andrebbe mai buttato via. Inoltre io ho quasi sempre la carne macinata nel congelatore, visto che credo sia estremamente versatile e  che possa servire per moltissime preparazioni.

Avere sempre una certa quantità di carne macinata può essere una mossa astuta, infatti credo proprio di non essere l’unica a fare questa cosa! Si può preparare un ragù, anche all’ultimo momento, magari se si ha anche qualche carota, un soffritto con la cipolla veloce e si può improvvisare un pranzo buonissimo.  Poi si può fare una pasta, bianca o al pomodoro, con la carne macinata e la mozzarella, oltretutto io congelo anche la mozzarella, da buona napoletana mangio solo quella di bufala e quelle che compro al supermercato le uso solo per cucinare! Si possono poi preparare degli hamburger fatti in casa, semplicemente battendo la carne e dandole la forma rotonda, e in più la si può cucinare al piatto o in padella, strapazzandola con le uova.  Infine non dimentichiamoci  che con gli stessi ingredienti base delle polpette, carne macinata e pane, si possono preparare anche delle buonissime verdure ripiene, aggiungendo un po’ di formaggio o semplicemente spolverandole con il parmigiano grattuggiato.

Polpette al prosciutto e marsala

Ingredienti:

350gr. di carne macinata | 50gr. di prosciutto crudo | 1 uovo | mollica di pane |  1 tazzina di latte | 100gr. di burro | poca farina | 1 bicchiere di marsala | sale, pepe


LA PREPARAZIONE:

  1. Sminuzzate il prosciutto e mescolatelo con la carne, l’uovo, un pizzico di sale, uno di pepe e la mollica, che avrete ricavato da una forma di pane o da panini vecchi di qualche giorno, e che avrete precedentemente bagnato nel latte.

  2. Date forma alle polpette e poi passatele nella farina. Fate sciogliere quasi tutto il burro in una padella e friggete le polpette un po’ alla volta. Sollevatele e fatele sgocciolare su un foglio di carta assorbente solo quando saranno ben dorate.

  3. A questo punto filtrate il burro fuso che è avanzato dalla frittura, mettetelo in un tegame, e aggiungete la piccola parte di burro che non avete utilizzato prima. Aggiungete il bicchiere di marsala e poca acqua, poi portate ad ebollizione.

  4. Mettete le polpette, ben asciugate dalla frittura, nel tegame e fatele stufare fino a che una parte del liquido sarà evaporata. Servite poi in una teglia di coccio o di ceramica sistemando prima le polpette e poi versandovi sopra il sugo di cottura.

Le polpette potete farle della misura che preferite, quella che fate di solito o anche a seconda delle occasioni, magari per una cena in piedi sono carine tante polpettine piccole, se invece siamo in pochi a casa, a tavola, vanno benissimo anche un paio di polpette, di dimensione un po’ più grande del normale, a testa.

Commenti (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>