Secondi piatti facili: petti di pollo al vino bianco

di Claudia 0



Ecco un’ottima soluzione per la cena. Sulla carne bianca ne sappiamo abbastanza per dire che va mangiata più di quella rossa eccetera eccetera, però anche il nostro palato ne sa abbastanza, nel senso che il maiale, oppure la tagliata di manzo, il bue (mi perdonino i vegetariani), sono infinitamente più gustosi di un petto di pollo o di tacchino, ma anche delle cosce ben cotte e rosolate! Per queste carni quindi dobbiamo ogni tanto inventarci delle nuove ricette, per evitare che il petto di pollo al burro ci stufi e che il congelatore si riempia solo di bistecche e salsicce!

Ecco che vi propongo una buona soluzione, molto gustosa, e che potrete preparare in qualunque momento, visto che oltre al petto di pollo vi serviranno uova e pan grattato, e li abbiamo quasi sempre a disposizione, e non dimentichiamoci del vino bianco, e anche quello dovremmo avere sempre in frigo, per dare quella spruzzata in più a carne, pesce e risotti. Inoltre i petti di pollo vengono praticamente fritti, quindi, se non avete un occhio alla linea in questo momento, il gusto è assolutamente assicurato.

Petti di pollo al vino bianco


Ingredienti

6 petti di pollo | 80 gr. burro | 1 cucchiaio olio | 1 uovo | pane grattugiato | 1/2 bicchiere vino bianco | sale

Preparazione

  Appiattire bene i petti di pollo con l'aiuto del batticarne e ricavarne delle scaloppine. Sbattere l'uovo in un piatto fondo, aggiungere una presa di sale e porre i petti di pollo nel piatto, lasciandoli per 15 minuti a bagno.

  Passare il pollo nel pane grattugiato, friggere poi i petti in un tegame, abbastanza capiente per tutti e 6, in cui avrete fatto fondere insieme olio e burro.

  Quando si saranno ben dorati aggiungete il sale e bagnate con il vino. Lasciate che il vino evapori quindi serviteli ben caldi.

Un ottimo contorno per questo piatto sono le carote stufate. Se volete però potete bilanciare i grassi che assumerete mangiando questo petto di pollo al vino con una bella insalata verde, o magari con l’aggiunta di qualche pomodoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>