Scopriamo le tapas spagnole con i Gamberetti in pastella

di Ishtar 5

gamberetti-in-pastella2

 

TEMPO: 30 minuti| COSTO: basso| DIFFICOLTA’: medio-bassa

VEGETARIANA:NO | PICCANTE:NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI

 


 

Il mondo è bello perchè è vario ed allora oggi ci trasferiamo in Spagna e scopriamo cosa si cela dietro il termine tapas. Per tapas si intendono degli assaggini di diverso tipo, serviti in piccole quantità e conseguentemente di ridotto contenuto economico, poco più di un paio di euro.

Ecco perchè in Spagna si è soliti ir de tapas, cioè spostarsi di locale in locale ordinando di volta in volta una bevanda ed un paio di tapas, giro che può durare fino alla chiusura dei bar. Questo è indicativo della convivialità degli Spagnoli, difatti si tratta di un girovagare in compagnia da un locale all’altro scherzando e divertendosi.

Le tapas sono nate probabilmente in Andalusia nell’ottocento come accompagnamento alle tipiche bevande della zona. Una piccola curiosità: il loro nome è dovuto all’esigenza di coprire il bicchiere con un tappo per evitare l’inconveniente di vederci galleggiare delle mosche.

Tra le tapas più apprezzate ricordiamo la tortillas spagnola, le mandorle fritte, le insalate di peperoni rossi arrostiti, gli spiedini di carne di maiale, i gamberi alla griglia. Oggi ci soffermiamo su una ricetta molto stuzzicante: i gamberetti in pastella da accompagnare ad una birra e da servire con degli spicchi di limone come accompagnamento.

Gambas en gabardina

Ingredienti per 4 persone:

500 gr gamberetti già sgusciati  | 100 gr farina 00  | 150 ml birra | | 1 pizzico sale | 1 punta di zafferano | olio per friggere q.b. 

LA PREPARAZIONE:

  1. Setacciate in una ciotola la farina bianca, unitevi un pizzico di sale e la punta di zafferano. Versatevi al centro la birra e mescolate con una piccola frusta, ottenendo una pastella omogenea. Fatela riposare per 10 minuti.
  2.  


     

  3. Immergete i gamberetti pochi per volta, nella pastella, tenendoli per la coda, immergeteli nell’olio già bollente: fateli friggere e dorare su ogni lato, ottenendo come delle frittelline gonfie e croccanti.
  4.  


     

  5. Sollevatele dall’olio con un mestolo forato e mettetele dapprima su un piatto coperto con un doppio foglio di carta da cucina e poi sul piatto da portata: servite subito.

[Rimaniamo in Spagna e deliziamoci con i piatti tipici: la tortilla spagnola, ed i churros golosi dolcetti fritti. Se invece hai un debole per i gamberetti, non perderti questa zuppa di pesce indonesiana: Laksa ai frutti di mare]