Froscia di Pasqua di Anna Moroni

di Ishtar 0



La froscia di Pasqua, per i non siciliani, altro non è che una sorta di frittata, ricca, alta a e perfetta da servire nei giorni di festa. Particolarmente diffusa nell’entroterra siculo, si tratta di una preparazione caratterizzata da una consistenza molle, da quì il suo nome. Nonostante esista la versione dolce oggi vi consiglio quella salata, proposta durante la Prova del Cuoco da Anna Moroni, che mi ha subito colpito per la varietà e la ricchezza degli ingredienti utilizzati.

 

Froscia di Pasqua


Ingredienti

10 uova | 150 gr di fave | 150 gr di piselli | 50 g pecorino siciliano | 500 gr di ricotta di pecora | un pugno di Nepitella | 100 gr di asparagi | 2 cucchiai di pane grattato | 1 cipollina fresca | sale e pepe

Preparazione

  Versare la cipollina tritata insieme a poco olio in un tegame. Unire fave e piselli e cuocere bene il tutto.

  In una ciotola lavorare le uova con sale e pepe, aggiungere il pecorino, le fave, i piselli, la nepitella, gli asparagi, la ricotta fresca ed amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

  Ungere una teglia con poco olio, spolverarla di pangrattato e versare al suo interno il composto, livellando bene.

  Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 40 minuti.

Tra questi uova e ricotta che servono da leganti per accogliere asparagi, piselli e fave. Il tutto, sapientemente amalgamato, da vita ad una preparazione salata quasi rustica, perfetta per allietare le tavole Pasquali. Non preoccupatevi se l’impasto di base risulterà piuttosto molle, è una caratteristica saliente del composto che sta alla base della buona riuscita del piatto. Nulla vieta di arricchire la froscia con altri ortaggi di stagione o di effettuare le sostituzioni del caso. Provate anche la quiche agli asparagi, la frittata di ricotta e la frittata di carciofi e mortadella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>