Le “Tortine Farfalla” al caffè

di Claudia 2

TEMPO: 1 ora e 30 minuti | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: NO


Terza ed ultima parte delle preparazioni di dolci al sapore di caffè. Prima di passare alla ricetta alcune piccole considerazione sul perchè non si deve abusare di questa bevanda, dopo aver  analizzato nella precendente puntata tutta una serie di buoni motivi per utilizzare il caffè, sempre in dosi moderate, quotidianamente.

Innanzi tutto bisogna dire che è provato scientificamente che gli effetti del caffè non sono uguali per tutti, e che quindi sia i benefici che gli effetti negativi possono essere diversi da persona a persona. Un aspetto fondamentale riguarda chi riscontra in modo molto forte l’effetto di eccitamento e di risveglio dell’organismo: questi soggetti devono consumare il caffè in piccole dosi, infatti sono maggiormente a rischio per la tachicardia, il cardiopalmo e l’insonnia, dovuti all’abuso di questo alimento.

Prendere una tazzina di caffè, la mattina, a stomaco vuoto, sembra faccia bene, può aiutare lo stomaco a sbarazzarsi dei residui della digestione e prepara a gustare una buona colazione, e così può andar bene. Infatti il caffè la mattina non può sostituirsi ad un pasto completo e bilanciato, bisogna comunque fare colazione e perdere l’abitudine che hanno moltissime persone di prendere solo una tazzina di caffè prima di iniziare la loro giornata. Restando in tema di colazione, il cappuccino è un’ottima bevanda mattutina, visto che riempie bene lo stomaco e dona sazietà per molte ore. Unica nota negativa, se si hanno difficoltà digestive, sarebbe meglio non utilizzare latte bollente o comunque molto caldo. Questo perchè con l’alta temperatura si combinano l’acido tannico del caffè e la caseina del latte, dando vita al tannato di caseina, difficile da digerire.

Infine, se dovete mettervi in viaggio prendete il caffè solo se partite dopo aver mangiato. Prendere un caffè a stomaco vuoto rischia di farvi venire un bel mal di stomaco mentre siete alla guida (e forse almeno una volta è capitato a tutti che un caffè a metà mattina o a metà pomeriggio ci abbia dato problemi allo stomaco), questo perchè stimola le secrezioni gastriche, e se non c’è niente da digerire possono comparire i crampi!

Ma adesso pensiamo solo alle delizie a cui può dar vita la bevanda preferita di questi tempi moderni.

Le “Tortine Farfalla” al caffè

Ingredienti per 12 tortine:

125gr. di burro | 60gr. di zucchero di canna grezzo | 60gr. di miele | 2 cucchiai di caffè forte |  2 chiare d’uovo | 175gr. di farina | mezzo cucchiaino di lievito in polvere | 15cl. di crema pasticciera al rhum| 1 cucchiaino di zucchero a velo

LA PREPARAZIONE:

  1. Scaldate il forno a 180°. Imburrate e infarinate 12 stampini di quelli di alluminio, che hanno il bordo un po’ più largo della base.

  2. In una terrina montate il burro, lo zucchero e il miele, a mano o usando la frusta elettrica. Unite poi i due cucchiai di caffè e un cucchiaio di acqua calda, continuate a montare a mano o con la frusta, fino a che il composto si sia amalgamato del tutto e risulti spumoso.

  3. Battete poco le chiare d’uovo, poi unitele all’impasto e battete di nuovo per amalgamare. Setacciate la farina e il lievito nella terrina e poi mescolate bene con un cucchiaio di legno.

  4. Dividete il composto nei 12 stampini e metteli in forno per 15-20 minuti. Per regolarvi sulla cottura oltre a guardare la lievitazione fate attenzione anche ai bordi degli stampini, quando le tortine si saranno staccate potete toglierle dal forno. Capovolgete gli stampi e fate raffreddare le tortine.

  5. Quando si saranno raffreddate completamente prendete un coltellino a punta e tagliate un cono, al centro di ogni tortina. Mettete la crema al rhum in una tasca da pasticciere e riempite i fori che avete formato al centro di ogni pasticcino. A questo punto tagliate a metà tutti i coni che avete ricavato tagliando le tortine, e sistematele sulla crema, spingendole ad angolo verso l’interno, come se formassero le ali di una farfalla. Spolverate poi con poco zucchero a velo.

Le tortine possono essere conservate per un paio di giorni in frigo, vista la presenza della crema pasticciera al rhum è meglio conservarle lì al fresco. Decorate in questo modo risulteranno molto simpatiche e carine e per questo potrebbero comunque essere adatte ai bambini, nonostante la presenza del caffè. Per ovviare a questa cosa potete utilizzare invece di caffè forte del caffè molto leggero, e potete aggiungere il cucchiaio d’acqua ai due cucchiai di caffè in una ciotolina a parte, prima di versarli nel composto, in modo da rendere il caffè ancora meno forte.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>