Pesce spada alla ghiotta, un piatto siciliano con il Bimby

di Anna Maria Cantarella 0



Insieme al salmone e al tonno, il pesce spada è l’unico pesce che mangio volentieri. In generale non mi piace mangiare il pesce, ma soprattutto non mi piace cucinarlo, ho sempre difficoltà a pulirlo e a trovare ricette particolari, che riescano farmi venire voglia di mangiarlo. Però da brava siciliana, amo moltissimo il pesce spada alla ghiotta, una ricetta tipica che insieme al pesce spada contiene capperi e olive verdi che rendono il pesce una vera delizia. Non è una ricetta nuova, ma sicuramente la versione Bimby vi stupirà per quanto è semplice da preparare. Sono convinta che vi piacerà e in appena 25 minuti porterete in tavola un pezzettino di Sicilia!

pesce spada alla ghiotta


Ingredienti

800 gr. pesce spada in tranci | 50 gr. cipolla | 50 gr. sedano | 2 cucchiaio capperi | 15 olive verdi denocciolate | 100 gr. vino bianco secco | 350 gr. passata di pomodoro | sale e pepe | olio evo

Preparazione

  Lavare i tranci di pesce spada, asciugarli con carta assorbente. Spennellare con l'olio evo i tranci di pesce, il recipiente e il vassoio del Varoma. Sistemare i tranci di pesce adagiandoli nel recipiente e nel vassoio del Varoma e tenerli da parte.

  Nel boccale, tritare la cipolla e il sedano: 5 sec., vel. 7. Riunire il trito sul fondo del boccale con la spatola. Unire 30 gr di olio evo e soffriggere: 3 min., 100°, vel. 1.

  Aggiungere i capperi dissalati, le olive verdi e il vino, cuocere: 2 min., 100°, vel. cucchiaio antiorario. Poi prendere due cucchiai di sughetto di olive e capperi dal boccale e versarlo sui tranci di pesce, aggiungendo due cucchiai di pomodoro, sale e pepe.

  Versare nel boccale la passata di pomodoro rimasta, sale e pepe. Chiudere il coperchio e posizionare il Varoma: 15 min., temp. varoma, vel. 1 antiorario. A metà cottura girare le fette di pesce.

  Terminata la cottura distribuire le fette di pesce su un piatto da portata, distribuendo il sugo sopra.

Questa ricetta mi piace particolarmente perchè mette insieme sapori delicati come il pesce spada e i pomodori, e sapori molto più intensi come le olive verdi e i capperi. Se volete che il condimento abbia un aspetto un po’ più rustico, potete aggiungere qualche pomodorino alla passata di pomodoro. Il sughetto che viene fuori dalla cottura è buonissimo e se avete voglia di preparare anche un primo, potete aumentare le dosi del condimento e utilizzarlo per condire gli spaghetti o le linguine. Con uno sforzo minimo avrete servito un pranzo completo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>