Sedani integrali alle verdure

di Claudia 2



Riprendiamo il discorso da dove lo avevamo lasciato ieri: cibi integrali e cibi raffinati, la raffinazione (il procedimento che consente di trasformare un determinato alimento, concentrando le sostanze o la sostanza principale che lo caratterizza). Abbiamo visto che la raffinazione fa perdere qualcosa al cibo, vitamine e fibre per lo più, ma il risultato finale di quello che poi è il prodotto che verrà consumato contiene sostanze organolettiche superiori a quello integrale. Fin’ora non ci eravamo nemmeno mai soffermati sul significato di integrale, citando solo qualche giorno fa l’errore comune di legare integrale a dietetico, quando invece questo termine si riferisce all’integrità del prodotto, proprio perchè non viene scomposto in nessun modo, a differenza degli alimenti raffinati.

Visto che alcuni sostengono che bisognerebbe nutrirsi solo con cibi integrali, perchè più sani e naturali, ma che questo è per lo più considerato un pensiero troppo estremista ieri ci siamo lasciati con il quesito più importante quando si parla di cibo integrale e cibo raffinato, ovvero, vale la pena raffinare i prodotti anche se questo porta una perdita di sostanze nutrienti per il nostro organismo (fibre e vitamine)?

Le sostanze che vengono perse nei cereali, visto che è la parte esterna a perderle, possono essere recuperate con un’alimentazione sana, ricca di verdure e frutta, per quanto riguarda le fibre soprattutto, visto che le vitamine che vengono perse durante la raffinazione sono davvero in quantità minima. In più a molte persone la pasta o i biscotti integrali proprio non piacciono, e allora meglio consumare ogni tanto del farro, o degli altri cereali, ottimi nelle zuppe ad esempio, oppure seguire delle ricette particolari, come quelle proposte in questi giorni, e non fare una pasta integrale, semplice al sugo di pomodoro, altrimenti magari i vostri familiari sentiranno di più la differenza con la pasta “normale” e non gradiranno!

Sedani integrali alle verdure


Ingredienti

320 gr. sedani integrali | 80 gr. zucchine | 240 gr. cipolle | 80 gr. carote | 250 gr. peperoni rossi | 250 gr. peperoni gialli | 1 mazzetto prezzemolo | 40 ml olio extravergine di oliva | sale

Preparazione

   Spuntare e pulire le carote e le zucchine, quindi tagliarle a bastoncini sottili. Sbucciare la cipolla, lavarla e poi affettarla sottile. Lavare i peperoni, pulirli all'interno e poi affettarli a striscioline larghe circa mezzo centimetro. Lavare e tritare il prezzemolo.

   Scaladare l'olio in una padella antiaderente e far rosolare la cipolla un paio di minuti. Unire le carote e i peperoni e cuocere per 10 minuti, unire poi le zucchine e proseguire la cottura per altri 5 minuti. Salare il tutto.

   Nel frattempo far bollire l'acqua, cuocere la pasta e scolarla al dente, trasferirla poi nel tegame in cui ci sono le verdure.

   Amalgamare bene la pasta con le verdure a fuoco lento, unire il prezzemolo tritato e servire ben caldo.

Dopo questa ricetta molto gustosa, vegetariana, semplice da preparare posso solo aggiungere che alla fine la conclusione è sempre la stessa, quando si parla di cibo come nella vita, il buon senso è fondamentale, credere che mangiare solo alimenti integrali sia la soluzione a tutti i problemi alimentari è sbagliato, così come può essere giusto aggiungere alla nostra alimentazione quotidiana quelle fibre in più che il cibo non raffinato può offrirci. Detto ciò, per quanto riguarda il gusto Ginger & Tomato può aiutarvi anche in questo senso, troverete molte ricette che utilizzano pasta e riso o farina integrale, per accontentare i più esigenti e anche i più golosi!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>