Calamari in umido, una ricetta leggera contro il freddo

calamari umido ricette leggero contro freddo

Le giornate di freddo intenso sono ormai diventate un’abitudine e stiamo tutti cercando di difenderci al meglio. Tra le varie strategie anti-gelo c’è anche qualche piccolo accorgimento culinario, come preparare piatti caldi, brodosi. Oppure vellutate e zuppe di verdure e legumi. Se poi bisogna anche tenersi forma, la ricetta dei calamari in umido è proprio l’ideale. Io amo i calamari, ma in genere li mangio arrostiti al limone, oppure ripieni e cucinati in forno. Anche se, diciamo la verità, i migliori sono sempre i calamari fritti però purtroppo non sono una ricetta molto leggera. Quella dei calamari in umido è una ricetta che non mi aveva proprio affascinata ma ho voluto ugualmente provare. Risultato: eccellente! L’ideale per provare un sapore nuovo, delicato, e una ricetta light.

Per preparare i calamari in umido dovrete avere la pazienza di pulirli per bene. Infatti bisogna eliminare i tentacoli e ripulirli della pelle accuratamente. Poi i calamari vanno lavati sotto l’acqua corrente e tagliati a libro, inserendo un coltello affilato all’interno della sacca. Se poi il vostro pescivendolo è molto gentile, potreste chiedere a lui di pulirli per voi e risparmiare così un po’ di tempo e fatica. Per il resto la ricetta è semplicissima e richiede appena 20 minuti di cottura a fuoco medio. Quando saranno pronti profumate i calamari con una manciata di prezzemolo tritato e se lo gradite, lasciate il condimento un po’ più umido in modo da poterli servire accompagnati da qualche crostino di pane tostato. In questo modo porterete in tavola un piatto completo ma leggero.

Lascia un commento