Vinitaly, arriva la cantinetta smart per i vini

Una cantinetta in casa è indispensabile per poter gestire al meglio i propri vini e servirli al momento opportuno, ma deve essere costantemente seguita e/o aggiornata.

vini

Ma se siete amanti della tecnologia e non la disdegnate affatto, ecco una rivoluzione che cambierà il vostro modo di concepire la cantinetta. Arriva direttamente dal Vinitaly la nuova cantinetta Smart che si gestisce direttamente da una app sul nostro smartphone. E per servire alla giusta temperatura il vostro vino non dovrete fare altro che effettuare un tocco sul vostro touchscreen. 

Vinitaly 2014, a Verona dal 6 al 9 aprile 2014

vinitaly-2014

Comincerà il 6 aprile la 48esima edizione di Vinitaly, il più importante salone mondiale dedicato al vino e ai distillati che anche quest’anno sarà a Veronafiere insieme a Sol&Agrifood e Enolitech. 4.100 espositori, 140mila visitatori di cui 50mila operatori esteri provenienti da 120 Paesi: i numeri di Vinitaly sono straordinari come sempre e testimoniano che la fiera si riconferma ancora una volta come punto di riferimento qualificato per la promozione commerciale e culturale dei prodotti vinicoli sui mercati globali. Tantissime le novità e le iniziative di quest’anno: Vinitaly infatti guarda con maggiore interesse alle produzioni biologiche e ai produttori esteri.

Vinitaly 2013: al via la 47°esima edizione il 7 aprile

Vinitaly 2013 47°esima edizione 7 aprile

Vinitaly, il Salone Internazionale del vino e dei distillati, giunto quest’anno alla sua 47esima edizione sta per prendere il via. Dal 7 al 10 aprile prossimi Veronafiere ospiterà una serie di presenze istituzionali ed un calendario ricco di eventi. Ogni anno ormai dal 1967 Vinitaly raccoglie diverse categorie di ospiti tra produttori, importatori, distributori,  ed ancora addetti alla ristorazione, tecnici e giornalisti da tutto il Mondo. Il vero inizio si avrà il 6 aprile alle 11.00 con la conferenza stampa relativa ad Operawine evento che  funge da vetrina dei 100 migliori produttori di vino italiani.

Vinitaly e Agrifood Club, a Verona dal 25 marzo

vinitaly agrifood club verona 25 marzo

A Veronafiere è tempo di appuntamenti importanti. Il  centro fieristico e congressistico di Verona, ospiterà infatti Vinitaly e Agrifood club, due grandi eventi per il settore agroalimentare  e vinicolo, dal 25 al 28 marzo. Vinitaly è la manifestazione che più di tutte in Italia, è riuscita a scandire tutte le novità del settore vitivinicolo italiano e internazionale, riuscendo a fare dell’amore per il vino una realtà coinvolgente a cui partecipare per assaggiare e per conoscere tutte le eccellenti produzioni italiane e straniere.  Insieme alle degustazioni, anche guidate, in collaborazione con Gambero Rosso e alle degustazioni dei vini ucraini, la novità di quest’anno è Vivit, il salone che Vinitaly dedica, per la prima volta, ai vini naturali prodotti da agricoltura biologica e biodinamica che da qualche tempo catturano l’interesse dei consumatori.

Due chiarimenti su “Velenitaly”: i nomi delle aziende e il punto di vista dei sommelier

espresso

Velenitaly: Visto che l’informazione giornalistica “tradizionale” sembra non passarsela benissimo e che il numero di copie vendute sembra essere diventato l’unica motivazione per pubblicare riviste, credo che stia proprio ai blog, come fa notare Fiorenzo di Diario Enotecario, ad aiutare i consumatori a capire le vicende troppo semplicisticamente descritte dall’ormai famoso articolo dell’Espresso della scorsa settimana (giovedì). Lascio a Marco Mancini i risvolti sanitari della faccenda, mentre volevo qui chiarire alcuni punti. Innanzitutto sono di ieri i nomi delle aziende coinvolte, tutte fornitrici di vino per GDO e non per ristoranti enoteche e simili, quindi tutto vino venduto in brik o in plastica o anche in vetro ma comunque sotto i 2 euro al litro.

Poi, distinguiamo la faccenda del Brunello cosiddetto “taroccato” sollevata da Franco Ziliani sul suo blog e discussa ampiamente sui forum del settore dal vino al metanolo. Il problema nel Brunello (e in altre denominazioni come Chianti Classico e Passito di Pantelleria, stando a quanto dice l’Espresso) è di natura enologica ovvero sembra che siano state utilizzate uve e vitigni non permessi dal disciplinare di produzione in alcuni vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG) e vini DOC. In particolare si presume l’utilizzo di Cabernet, Merlot e Syrah per ammorbidire il Brunello e renderlo più facilmente vendibile in Italia e all’estero e altre uve non provenienti dal Chianti per il Chianti Classico e uve non provenienti da Pantelleria per il Passito omonimo.
Quindi una truffa a livello di nome e rispetto per i disciplinari ma si tratta comunque di prodotti sani, controllati e puliti e per di più buoni (anche troppo…).

Vino e belpaese… VinItaly!

Dal 3 al 7 aprile, nella città che diede i natali a Romeo e Giulietta (Verona) presso il Palazzo della Gran Guardia in piazza Bra si svolge l’annuale manifestazione di Vinitaly.
Dalle 9.00 alle 18.30 sarà un susseguirsi di eventi, dentro e fuori dalla fiera, da non perdere sia per gli esperti di enologia nazionale ed internazionale ma anche per chi ama sorseggiare piacevolmente un bicchiere di ottimo vino ascoltando musica dal vivo e gustando qualche stuzzichino.