Crème brûlée al cioccolato con la panna

Che c’è di più classico di una buonissima crème brûlée? Nulla, ma oggi optiamo per  la crème brûlée al cioccolato con la panna, variante del tradizionale dolce al cucchiaio francese.

Creme brulèe cioccolato Buddy

Si tratta in effetti di un dolce di origine francese che risalirebbe al 1691. Il nome e la preparazione la rendono piuttosto simile alla alla crema catalana, ma non mancano le differenze.

Creme brulèe senza latte

La creme brulèe, la conoscerete tutti, è una crema “bruciata” che deve il suo nome alla caramellizzazione della superficie alla quale viene sottoposta poco prima di essere servita. Oggi vi propongo la sua versione senza latte, alle castagne, con la ricetta che ho visto preparare durante una puntata di Detto Fatto. La creme brulèe che ne viene fuori viene realizzata con il latte di mandorle e poco altro, per un dolce al cucchiaio privo di latticini ed a prova di intolleranza al lattosio.

Creme brulèe senza latte

Creme brulèe al cioccolato di Buddy

La creme brulée al cioccolato rappresenta una versione ancora più golosa di quella classica, che tutti conosciamo. Quella che vi propongo oggi è, nello specifico, la ricetta di Buddy Valastro, che ho avuto modo di conoscere durante una vecchia puntata della trasmissione In Cucina con Buddy e che ho voluto testare data l’ottima impressione avutane. Si tratta di un dolce al cucchiaio irresistibilmente voluttuoso, e la caramellizzazione dello zucchero di canna in superficie, non fa altro che costituirne la ciliegina sulla torta donandole una crosticina croccante.

Creme brulèe cioccolato Buddy

Ricette dolci e dessert della dieta Dukan

Ricette dolci e dessert della dieta Dukan

Quando ci si mette a dieta una delle difficoltà più grandi, quella che spesso ci porta ad abbandonarla solo dopo pochi giorni, è resistere alle tentazioni, specie rinunciare ai dolci. Esce in questi giorni l’ultimo libro del dr. Dukan, ideatore dell’omonima dieta, La pasticceria Dukan, ricette dolci e dessert della dieta Dukan. Un libro contenente 100 ricette di veri dolci, in perfetta sintonia con la dieta, perchè preparati con gli ingredienti da essa consentiti e senza zuccheri nè grassi.

Cocotte di Creme Brulée, perfette per una serata in compagnia

Di recente ho acquistato il “canello”. Vi starete chiedendo cosa sia: ebbene si tratta di un piccolo tubo di metallo collegato a una bomboletta del gas che viene utilizzato dai pasticcieri per caramellare in pochi istanti le superfici dei dessert. Si tratta di un giochino strepitoso che potete trovare in qualunque negozio di casalinghi ben fornito. Non costa molto ed é davvero molto utile quando volete preparare la creme brulée. Infatti in pochissimi secondi vi consentirà di ottenere una crosta perfettamente croccante e caramellata senza dover accendere il grill del forno. Un bel risparmio in realtà sia in termini energetici che di calore diffuso in casa. Naturalmente il “canello” si presta a caramellare aree piccole, pertanto le monoporzioni saranno la dimensione perfetta! Inoltre visto che inizia a fare caldo vi consiglio di profumare la vostra creme brulée con qualche foglia di menta fresca, così semplicemente adagiata sopra: darà colore ed un leggero aroma.

Creme brulée alla vaniglia, leggera grazie allo yogurt

 creme brulée

TEMPO: 40 minuti+2 ore in frigo| COSTO: basso| DIFFICOLTA’: bassa

VEGETARIANA:SI | PICCANTE:NO | GLUTINE: NO | BAMBINI: SI


Uno dei motivi per i quali non preparo spesso creme e dolci troppo ricchi di ripieno sta nel fatto che trovo molte creme troppo grasse e pesanti, difficili da digerire e che lasciano un senso di pesantezza dopo averle consumate. Ecco perchè quando ho trovato questa ricetta della creme brulée alla vaniglia ne sono stata subito conquistata: è a base di yogurt, e che yogurt, quello greco.

Non ci credevo, avrei potuto gustare anch’io questa crema caratterizzata da quella crosticina croccante che si caramellizza lentamente in forno senza problemi. E’ con questo spirito che mi sono apprestata alla preparazione, non senza qualche timore, che magari venisse troppo acida (sapete, per via dello yogurt), o non troppo dolce, ed invece è stata una piacevole sorpresa tanto che ho intenzione di riproporla molto presto in occasione di una cena tra amici.