Ricette veloci, la frittata di ricotta e speck

di Anna Maria Cantarella 1



ricette veloci frittata ricotta speck

Che dire delle frittate? Innanzitutto che sono la ricetta veloce per eccellenza, perchè richiedono una preparazione minima e una cottura rapidissima. E poi io non finirò mai di decantarne le lodi perchè sono buonissime e risolvono tantissime situazioni in maniera sempre originale. Si possono fare con gli ingredienti più disparati e soprattutto a volte sono un buon metodo per smaltire gli avanzi che ci ritroviamo in frigo e che non sono più sufficienti per altre ricette.

Questa frittata ha un sapore speciale, unisce le uova e il formaggio grattuggiato al sapore dolce e delicato della ricotta e a quello deciso e salato dello speck, un incontro di sapori bilanciato che dona vita ad un secondo piatto, come può essere una frittata, amato da tutti, grandi e bambini. Non più di dieci minuti in tutto e avrete un secondo gustoso da portare in tavola. Tagliata a quadretti fa un figurone anche come antipasto.

frittata di ricotta e speck


Ingredienti

8 uova | 150 gr. ricotta | 40 gr. pecorino | un rametto di menta | 100 gr. speck | 2 cucchiaio olio evo | sale e pepe

Preparazione

  Tagliate lo speck a straccetti irregolari e fatelo arricciare a fuoco medio in una padella con fondo antiaderente senza grassi. Toglietelo dalla padella e tenetelo da parte.

  In una ciotola sbattete le uova, grattugiate il pecorino e unitelo assieme alle foglie di menta spezzettate, sale e pepe. Lavorate la ricotta, unitela alle uova insieme allo speck e amalgamate bene il composto.

  Scaldate l'olio in una padella e versatevi il composto livellandolo con una spatola. Fate rapprendere la frittata da un lato. Giratela aiutandovi con un piatto piano e friggetela anche dall'altra parte.

  Servitela tiepida, adagiata su un letto di foglie di lattuga.

L’unica cosa che dovrete fare prima di cuocere la frittata è fare arricciare lo speck in padella senza aggiungere grassi, poi lavorare per qualche secondo la ricotta con una forchetta e infine incorporare tutto al composto di uova sbattute e pecorino (o parmigiano) grattugiato. Ammetto di non essere in grado di girare una frittata senza romperla, è una delle cose più difficili da fare in cucina per me. Se anche voi non avete molta dimistichezza potete cuocere la frittata in padella solo da un lato a fuoco moderato. Quando la parte superiore sarà già quasi cotta, finite la cottura nel grill del forno.