Brick di patate e prezzemolo, piatto della cucina ebraica tripolina

di B.Raccah 6

La Brick, antipasto tipico della cucina ebraica tripolina, ha un gusto semplice e genuino dove viene valorizzato il sapore della sfoglia croccante, ottenuta semplicemente con acqua e farina. La Brick è una piacevole alternativa ai soliti antipasti. Il ripieno che noi proponiamo e’ a base di patate e prezzemolo, ma volendo si puo’ utilizzare anche del formaggio, della carne macinata o delle uova.

Ingredienti per la sfoglia :

  • 2 bicchieri di farina
  • 1 bicchiere d’acqua

Ingredienti per il ripieno :

  • 3 patate lessate
  • un pugno di prezzemolo tritato
  • pepe nero q.b.
  • 1 cucchiaino di cannella
  • sale q.b.
  • 1 uovo

Procedimento :
Ungete una padella antiaderente e mettetela su una fiamma debole, versate la quantità di 1/2 mestolo del composto (acqua e farina) per qualche secondo, otterrete cosi’ una sfoglia. Procedete fino ad ottenere il numero di sfoglie necessario, circa 3 a persona. Se preferite le sfoglie per Brick si possono trovare già pronte nei supermercati.

In una terrina amalgamate gli ingredienti del ripieno. Ora ponete al centro di ogni Brick un cucchiaio del ripieno e ripiegate la sfoglia a forma di mezza luna e friggete in olio ben caldo. Servite con una spruzzata di lime.


Commenti (6)

  1. vorrei sapere che tipo di farina usare per fare la sfoglia brick

    sembra molto facile da fare…ma perchè allora leggo in giro che è difficoltoso prepararla ed è meglio comprarla?

  2. Ciao Rosalba, la farina che uso e che ho sempre visto utilizzale è quella di grano tenero 00, ovviamente l’uso delle sfoglie pronte, ti riduce i tempi di realizzazione, ma è solo una questione di manualità, non ti scoraggiare se le prime volte non verranno come nelle foto, fammi sapere!!

  3. grazie, grazie…sei stato molto gentile e veloce a rispondere

    proverò presto a fare questa brick…in fondo non so dove trovarla quì da me e poi mi piace il “far da me” in cucina quindi….ci provo!!!

    ti farò sapere

  4. ciao, sono sempre io…l’impasto mi è venuto troppo solido, non potevo prenderlo con il mestolo…boh!…perchè?

  5. leggendo le Sue ricette mi ritornano in mente le serate di Tripoli ele mangiate da DIDO burick,haraimi,zampini coi fagioli con quel profumo di kemun che stuzzicava l’appetito. Bei tempi quelli e bella Tripoli

  6. Finalmente! sono riuscita a trovare la ricetta per i famosi burick. Sono nata e vissuta a Tripoli tanto quanto per poter ricordare i profumi, gli odori e tutto il resto….. Queste pietanze hanno accompagnato la mia infanzia, mi ricordo il profumo dell’olio bollente di quando l’arabo immergeva i burick e per noi cugini era la festa piu’ bella mangiare avvolto in una salvietta questa splendida cosa.(altro che Mc Donald!!!). Noi mangiavamo anche un’altra cosa fritta in quell’olio.. la sfinge ; era una piccola pizza rotonda di sola pasta che immersa nell’olio si gonfiava e diventava morbida e croccante. Qualcuno ha questa ricetta? Io so fare molto bene il cous cous se serve qualche dritta…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>