Menù di Natale 2012: ricette aperitivi

di Ishtar 0

Ogni pranzo festivo che si rispetti è preceduto da un buon aperitivo. Anche il giorno di Natale sarebbe carino proporre delle bevande più o meno alcoliche ai vostri commensali accompagnandole con qualche stuzzichino. Ecco quindi, sul tema Menù di Natale 2012 una serie di ricette aperitivi per tutti i gusti. Ricordate, l’aperitivo deve solo stuzzicare l’appetito, non saziare, quindi varietà si, ma non quantità, non preparate stuzzichini per un esercito rischiando di riempire troppo i vostri ospiti ancor prima di mettervi a tavola.

Aperitivi

Per la serie aperitivi alcolici vi suggerisco il cocktail ai frutti di bosco, dolce quanto basta con il maraschino e lo spumante, per i palati più raffinati invece consiglio il cocktail allo champagne preparato con il succo di arancia, del Cointreau e lo zucchero di canna. Se possedete il bimby vi tornerà utile questa ricetta che ovviamente si può preparare anche senza: l’aperitivo al mandarino, con limone e prosecco. Per restare in tema frutta molto apprezzato è anche l’aperitivo all’ananas, in questo caso procuratevi del gin e dell’acqua tonica. Infine un cocktail da provare è quello alle arance, mele e sherry, perfetto sulle tavole natalizie.

Stuzzichini

Una volta pronti i nostri cocktail dobbiamo pensare a qualcosa da sgranocchiare tra un sorso e l’altro. Trovo i biscotti salati una valida proposta: innanzitutto sono pratici da consumare, si mangiano con le mani, e poi hanno ridotte dimensioni e non saziano troppo. Qualche esempio? I biscotti formaggio e mandorle, con parmigiano ed emmenthal, i biscotti alle olive, i biscotti alle mandorle e paprika, super stuzzicanti, ed infine i biscotti al formaggio e semi di papavero. Cambiando genere, raffinati sono i gamberoni panati, da servire direttamente infilzati negli stuzzicadenti. Mentre per rallegrare l‘aperitivo vi consiglio un tipico finger food, le mezzelune al prosciutto.

E per capire come servire l’aperitivo in maniera impeccabile leggete questa piccola guida che vi farà scoprire quali sono i bicchieri adatti, come usare lo shaker e quali ingredienti utilizzare.

Foto courtesy of Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>