Una ricetta di Carnevale: le castagnole di mais

di Germana 0




Il fritto a Carnevale é davvero sovrano, gran parte dei dolci che si mangiano durante queste feste prevedono la cottura in olio bollente. E come dar torto a questa tradizione? d’altronde il risultato é buonissimo. Qui in Emilia, come in tutte le regioni d’Italia, ci sono diversi dolci del territorio: i crostoli, i ravioli fritti ripieni di mostarda e le classiche castagnole. Devo confessarvi che i miei preferiti sono i ravioli ripieni di mostarda di visciole ma siccome sono piuttosto brigosi da preparare ho optato per le castagnole. Tuttavia questa ricetta prevede una variante rispetto a quella tradizionale ovvero l’impiego della farina di mais mescolata insieme a quella di mandorle. Il risultato? un bellissimo colore dorato ed una friabilità eccellente. Io per scelta prediligo friggere in olio di soia, soprattutto se si tratta di dolci. Infatti l’olio di oliva tende a lasciare il suo sapore, anche in frittura. Inoltre non raggiunge la temperatura per cui i dolci assorbono parzialmente l’olio. Quello di soia invece é praticamente insapore e anche leggerissimo.

Castagnole di mais


Ingredienti

150 gr. farina di mais mista fine e grossa | 50 gr. farina di mandorle | 100 gr. farina 00 | 40 gr. burro | 5 uova | 1 bustina lievito per dolci | olio di soia per friggere | 100 gr. zucchero semolato

Preparazione

  Nell'impastatrice lavorare le farine con 80 gr di zucchero, il burro fuso,2 uova intere e 3 tuorli. Aggiungere poi il lievito e se vi piace 1 cucchiaio di liquore a vostra scelta.

  Raccogliete l'impasto in una tasca da pasticciere con la bocchetta grande e fatene cadere delle palline che friggerete immediatamente in olio bollente.

  Prima di servirle fate rotolare le palline nello zucchero semolato a poi portate in tavola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>