La pasta frolla di Maurizio Santin protagonista nella torta della nonna

di Ishtar 2



Oggi puntiamo l’attenzione sulla pasta frolla: ne abbiamo già parlato in passato, proponendo diverse varianti e diversi modi di utilizzo. Oggi però vorrei porre l’accento sulla pasta frolla del mitico pasticcere Maurizio Santin, chi non lo conosce alzi la mano. Ultimamente è stato ospite di una puntata della Prova del Cuoco propondendo, se non sbaglio, la ricetta della crema pasticcera. Rispetto alle ricette della pasta frolla che ho provato finora, quella che vi rpopongo in questo articolo ha qualcosa di diverso sia nelle proporzioni tra gli ingredienti, meno zucchero, e sia nella presenza dello zuccheroi a velo rispetto al classico zucchero semolato, che siamo soliti utilizzare in questo tipo di preparazioni, ed infine il riposo in frigo: addirrittura quì si parla di un’intera notte al fresco. Questa tipo di pasta frolla è ideale se dovete preparare una crostata, ecco perchè ho deciso di utilizzarla nella preparazione della torta della nonna: un classico della pasticceria, ogni tanto sento il bisogno di tornare alle origini. Quì di seguito vi metto la ricetta della crema pasticcera che vi servire come ripieno della torta della nonna.

Pasta frolla di M. Santin


Ingredienti

500 gr. farina 00 | 250 gr. burro morbido | 140 gr. zucchero a velo | 3 tuorli d'uovo | 1 uovo intero | scorza di un limone grattugiato

Preparazione

  Impastare lentamente nello sbattitore, utilizzando l’apposita paletta, lo zucchero, il burro, la buccia di limone, le uova e la metà della farina.

  Quando l’impasto comincia ad essere omogeneo aggiungere la restante farina.

  Lasciar riposare 1 giorno prima di utilizzare

Crema pasticcera
500 gr di latte
125 gr di zucchero
4 tuorli
40 gr di farina 00
5 gr di burro
1 bacello di vaniglia

Versare in una casseruola il latte con il baccello di vaniglia diviso in due longitudinalmente e portare a ebollizione. Raccogliere in una bacinella i tuorli con lo zucchero e batterli con una frusta fino ad avere un composto biancastro Unite la farina setacciata mescolando rapidamente senza lavorarla molto, aggiungere un terzo del latte bollente mescolare e portare a ebollizione di nuovo il latte rimasto. Versare nella casseruola il miscuglio di uova in un solo colpo mescolando bene. Rimettere sul fuoco e quando appaiono 3/4 bolle in superficie togliere la crema dal fuoco e travasarla in una ciotola. Farla raffreddare mettendo sulla superficie tre fiocchetti di burro in modo che non si formi la pellicola, oppure fai aderire alla crema la pellicola per alimenti e lasci raffreddare fino al momento di mettere in frigorifero .

Per la preparazione della torta della nonna vi basterà, il giorno dopo, stendere la frolla sottile nella teglia ricoperta imburrata ed infarinata, versare la crema  nel guscio di pasta , stendere sopra un altro disco sottile di pasta e qualche manciata abbondante di pinoli. Passare in  forno a 180/200 per circa 30 minuti.

Commenti (2)

  1. Buonaaaaaa… sono una golosona è questa è una delle torte più squisite. La proverò subito. Se qualcuno può darmi dei consigli ve ne sarei grata, grazie : ). Stella

  2. @ Stella:
    Ciao Stella, per quanto riguarda i consigli ti ricordo solo di conservare la pasta frolla in frigo per almeno 30 minuti prima di stenderla. Facci sapere 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>