La ricetta della piadina romagnola con il bimby

di Ele 0




La piadina romagnola è uno di quei piatti che ricordano l’estate, le vacanze e soprattutto la riviera romagnola con i suoi tanti divertimenti, il mare e la buona cucina. Un piatto veloce e leggero che secondo me è molto utile anche d’inverno, magari in una veloce pausa pranzo al posto di piatti poco leggeri ed elaborati. Naturalmente se preparata in casa la piadina sarà ancora più buona e sana e potremo farcirla con ciò che più ci piace e quindi salumi, formaggio, mozzarella e pomodoro, verdure, insomma qualunque cosa ci stuzzichi la mente e soprattutto il palato.

Buona variante anche del pane e gustosissimo dolce se accompaganto da nutella o cioccolato, la piadina romagnola è ottima in qualunque occasione e momento. La sua preparazione però è diversa a seconda della città in cui è preparata, infatti dalle parti di Rimini è preparata molto bassa e fine, se ci si addentra verso Cesenatico e Forlì la pasta diventa più alta ma lo stesso friabile da poter essere tagliata a metà e farcita. Quella di oggi comunque è la ricetta della riviera e soprattutto è la ricetta con il bimby.

Piadina romagnola con il bimby


Ingredienti

500 gr. farina | 250 gr. latte | 50 gr. olio d'oliva | 1 cucchiaino sale | 1/2 cucchiaino bicarbonato

Preparazione

  Per prima cosa versate nel boccale del bimby il latte, l'olio d'oliva e il sale e fate andare per circa 1 minuto a 37° a velocità 4.

  Una volta fatto unite la farina e il bicarbonato e mandate 2 minuti a velocità spiga.

  Una volta fatto prendete l'impasto e tenetelo un paio di giorni in frigo per rendere la piadina più soffice.

  Formate a questo punto delle palline e stendetele con l'aiuto del mattarello e poi cuocetele su una padella o una bistecchiera ben calda; ricordatevi però di punzecchiarle con la forchetta prima di cuocerle.

Ebbene si, se avete il bimby in casa potete preparare una gustosa piadina, impiegando poco tempo e con una riuscita assicurata. Gli ingredienti sono pochi e semplici e cioè farina, latte, sale, bicarbonato e strutto o olio. Io preferisco di gran lunga l’olio ma voi potete utilizzare quello che preferite, l’importante è lasciar riposare l’impasto nel frigo e ricordarvi di stendere delle piadine con un diametro di circa 25 cm e spesse 4-5 millimetri tenendo conto che durante la cottura la piadina crescerà.

Ultimo consiglio che vi do è di far scaldare per bene la vostra padella e di bucherellare la piadina con una forchetta in modo da evitare le classiche bolle e migliorare la cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>