Ricette Cotto e Mangiato: cotolette di pollo al latte

di Anna Maria Cantarella 6



Esiste un compromesso accettabile tra la cotoletta strafritta, buonissima ma supercalorica e il pollo cotto senza grassi (alla piastra per intenderci), leggero ma senza sapore? Secondo Benedetta Parodi, autrice di questa ricetta dal libro “Benvenuti nella mia cucina”, sì. Io l’ho provata ieri sera e le ho dato ragione, tanto che credo che segnerò questa ricetta nel mio quaderno delle ricette preferite, cioè di quelle più golose e che riescono sempre bene. Per quanto la cotoletta fritta resta sempre al primo posto, quando non mi va di esagerare con le calorie e ho voglia di sapori più delicati, le cotolette di pollo al latte sono la ricetta giusta. E poi sono facili da preparare e veloci. Basta tenere il pollo a marinare nel latte per circa 20 minuti e poi cuocerlo in forno dopo averlo impanato per soli 10 minuti.

cotolette di pollo al latte


Ingredienti

4 fette di petto di pollo | latte | 5 cucchiaio pangrattato | uno cucchiaio grana grattugiato | rosmarino | olio evo e sale

Preparazione

   Tagliare il petto di pollo a strisciolinelarghe e lasciarlo marinare per circa 30 minuti completamente ricoperto di latte.

   Mescolare il pangrattato con il grana, il sale e il rosmarino sminuzzato con il coltello.

   Togliere il pollo dalla marinata e, ben bagnato nel latte, passarlo nell'impanatura schiacciando bene con le mani perchè resti appiccicata.

   Adagiare le striscioline, ben distanziate tra di loro, sul fondo di una placca da forno e irrorare con un filo d'olio. Mettere in forno ventilato a 200 gradi e lasciare cuocere per 10 minuti. Se necessario, rigirare le striscioline a metà cottura.

A me piace molto il rosmarino e trovo che sia uno degli aromi più adatti da mettere nelle panature per profumare la carne, però se a voi non piace o volete sostituirlo, potete utilizzare un trito di maggiorana, salvia e volendo anche un chiodo di garofano. Attenti a non esagerare però, perchè i chiodi di garofano hanno un aroma molto forte. Potete anche utilizzare un ciuffo di prezzemolo o di basilico.

Commenti (6)

  1. Devo provarla! 🙂
    Passi dal nostro blog se ti va?

  2. anche io le preparo sempre ma non sapevo fosse una ricetta della Parodi…comunque sono buonissime!

  3. Oggi sto cercando la ricetta del pollo al latte ed è la seconda ricetta di fila che vedo che dice “tagliate il pollo a striscioline larghe” e poi nella foto ci mette un petto di pollo intero… come faccio poi a fidarmi della ricetta?

    1. Questa ricetta non è dotata di una fotogallery descrittiva, passo dopo passo. E’ un’immagine approssimativa quella che si mette in apertura. Di solito, non serve una foto per fidarsi di una ricetta, ma del modo in cui è descritta. Puoi provare a farla seguendo le indicazioni se vuoi. Se non ti fidi a causa della foto…pazienza;=)))

    2. @Cinzia Iannaccio:
      se non ti fidi della foto puoi sempre fidarti dei commenti che sono più che positivi

    3. Giusto;=)))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>