La torta rustica di Giuseppina

di Claudia 3

la-torta-rustica-di-giuseppina

TEMPO: 30 minuti | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: NO | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


Questa ricetta me l’ha passata una mia cara amica durante le vacanze di Pasqua. Quando ho visto il suo rustico, nella teglia, ho subito pensato di aver trovato una soluzione per una mia curiosa aspirazione. Spesso preparo dei dolci semplici, torte della nonna, ciambelloni, crostate, e poi le mangiamo a colazione, come merenda, o se c’è qualcuno a casa per pranzo e cena ne assaggiamo una fettina anche alla fine dei pasti. Mi piace fare questo, trovo molto più sano fare una bella colazione con una fetta di torta piuttosto che mangiare una merendina preconfezionata.

Ma arriviamo alla mia aspirazione. Qualche tempo fa avevo deciso di fare una cosa simile con una torta rustica, ogni tanto prepararne una, per uno spuntino pomeridiano salato, o anche per un brunch, accompagnata con un succo d’arancia. Non avevo mai trovato una ricetta giusta, la ricetta di una vera è propria torta rustica, a pasta morbida come un ciambellone, ripiena di tutto ciò che si vuole! Come vedrete la ricetta è molto semplice, uova, farina, olio e latte, ma in cucina a volte se qualcuno non ci indica la strada giusta noi non riusciamo a inventare di punto in bianco una ricetta esclusiva!

Con questi ingredienti qui la ricetta rispecchia la variante preparata da me proprio questo fine settimana per un picnic, ed è molto simile alla preparazione di base, ovvero quella mangiata durante le vacanze pasquali e cucinata dalla mia amica!

La torta rustica di Giuseppina

Ingredienti:

4 uova | 50gr. di auricchio | 150gr. di mortadella | 150gr. di salame |  150gr. di prosciutto cotto | 300gr. di farina | 1 bicchiere di latte | 1 bicchiere di olio di semi | 1 bustina di lievito “Pizzaiolo” | prezzemolo | sale, pepe, rosmarino

LA PREPARAZIONE:

  1. Sbattere le 4 uova in una terrina vigorosamente. Tagliare a dadini il formaggio e inserirlo nelle uova. Tagliare poi a dadini anche la mortadella e il prosciutto (di cui vi sarete procurati delle fette spesse) e infine il salame. Aggiungere il tutto e mescolare.

  2. A questo punto aggiungere una parte della farina, mescolare un po’ e dopo aggiungere il bicchiere di latte. Inserire poi altra farina e dopo aver mescolato aggiungere anche il bicchiere di olio di semi. Infine amalgamare al composto l’ultima parte di farina rimasta e mescolare bene.

  3. Quando l’impasto sarà diventato omogeneo aggiungere la bustina di lievito, un pizzico di sale e uno di pepe,  il prezzemolo e mescolare di nuovo molto bene. Lasciare riposare un attimo mentre preparate una teglia dai bordi alti imburrandola e infarinandola.

  4. Versare il composto nella teglia, livellarlo. Subito prima di metterlo in forno, preriscaldato a 180°, cospargerlo di rosmarino. Infornare per circa un ora. Per sapere quando sarà pronto basta fare la classica prova con lo stuzzicadenti, inserirlo nella torta e toglierla dal forno solo quando lo stuzzicadenti risulterà asciutto.

Da qui possono scaturire mille varianti. Innanzi tutto sugli ingredienti base, se vi avanzano dei salumi potete preparare questo rustico variando le quantità dell’imbottitura come meglio credete, potete aggiungere due qualità di formaggio ad esempio, del provolone piccante, per rendere la torta un po’ più pepata. Nell’impasto potete grattuggiare una zucchina e una carota, ne sentirete il sapore come sottofondo ad ogni morso. Al posto del rosmarino potete aggiungere anche altre spezie, e lo stesso vale per l’impasto, potete aggiungere oltre al prezzemolo, o al posto del prezzemolo, altre erbe aromatiche. Tanto alla fine il risultato sarà sempre garantito!