Zuppa d’orzo alla trentina

di Ishtar 0



Oggi vi propongo la ricetta di un comfort food d’eccellenza, la zuppa d’orzo alla trentina. Prima che storciate il naso, la zuppa, nonostante sia ottima da calda, specie durante l’inverno, è altrettanto buona da tiepida o fredda divenendo la portata ideale in occasione di una cenetta estiva durante la quale ci si voglia coccolare. Piena zeppa di ortaggi, l’orzo perlato ne è il protagonista assoluto mentre ad insaporire il tutto la presenza dello speck, immancabile in numerose pietanze appartenenti alla cucina trentina.


zuppa d'orzo alla trentina


Ingredienti

250 gr orzo perlato | 1 porro | 1 cipolla | 2 carote | 2 patate | 1 costa di sedano | 1 spicchio d'aglio | 1 zucchina | 1 mazzetto di prezzemolo | 100 gr di speck a dadini | olio extravergine di oliva | sale e pepe

Preparazione

   Sciacquare l'orzo perlato sotto l'acqua corrente quindi lavare ed asciugare gli ortaggi e sbucciare quelli che lo necessitano quindi tagliarli tutti a pezzetti delle stesse dimensioni.

   Trasferire tutti gli ortaggi in una pentola capiente, coprire con dell'acqua e porre sul fuoco. Unire anche l'orzo, lo spicchio d'aglio tritato e il mazzetto di prezzemolo tritato finemente.

   Cuocere per 30 minuti, regolare di sale e pepe e servire con un filo di olio.

La ricetta è di Laura Ravaioli: l’avevo annotata da tempo e solo adesso mi sono decisa nel cimentarmi. La consiglio a tutti gli amanti delle zuppe: chi l’ha detto che siano pietanze da riservare alle sole stagioni fredde? Vi basterà prepararla in anticipo e farla raffreddare a piacere. Ricca, sana e colorata la zuppa d’orzo alla trentina porta un tocco di allegria in tavola e piace a tutti. Provate anche la zuppa d’orzo alla forchetta di Marco Bianchi, la zuppa d’orzo e ceci e la zuppa d’orzo con lenticchie e cavolo rosso di Cotto e Mangiato.

<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>