Ciceri e tria, la pasta e ceci salentina

Si chiama ciceri e tria ed è un piatto tradizionale della cucina salentina: è la ricetta molto antica di ceci e pasta che generalmente viene preparata in occasione del 19 marzo, giorno di San Giuseppe e festa del papà. Può essere preparata però durante tutto l’anno con i prodotti tipici del territorio.

ciceri e tria, Vellutata ceci cavolo nero, ceci, pasta e ceci alla romana

È un ottimo piatto invernale perfetto veramente per le giornate più fredde.

Festa del papà, ricetta pasta e ceci alla romana

Pasta e ceci: lo sapevate che è uno dei piatti tipici che si preparano in occasione della Festa del Papà? Il 19 marzo infatti è anche San Giuseppe giorno in cui viene anche tradizionalmente festeggiata la festa del papà: per l’occasione prepariamo la pasta e ceci alla romana, un piatto tipico della gastronomia del Lazio ed estremamente famoso.

Vellutata ceci cavolo nero, ceci, pasta e ceci alla romana

È un piatto unico e abbastanza calorico visto che presenta molte sostanze nutritive, carboidrati e proteine: in pratica è un piatto che offre subito un senso di sazietà.

Ricette invernali: la Pasta e ceci

TEMPO: 40 minuti| COSTO: medio/basso| DIFFICOLTA’: bassa

VEGETARIANA:NO | PICCANTE:SI | GLUTINE: SI | BAMBINI: NO


“10: Pasta e ceci“, per citare una frase di una canzone dei Latte e i suoi derivati, storico gruppo, forse poco conosciuto ai più, del duo comico Lillo e Greg. Si, proprio Pasta e ceci, perché sarà questo l’argomento di oggi! Non potevamo scordarci dei ceci, nella lunga lista dei condimenti delle minestre invernali. Dopo la Pasta con le patate e quella con le lenticchie, è arrivato il loro momento.

Ricordiamoci però che i legumi secchi, non si possono usare soltanto per preparare dei caldi piatti di pasta, ma grazie al loro lungo periodo di conservazione, possono essere consumati anche nella stagione estiva, per creare delle ricche e fresche insalate, come l’insalata di fagioli. Ma per adesso, visto che il clima lo permette, dedichiamoci alla Pasta e ceci.

14,15 e 16 novembre: la “V Sagra degli antichi sapori” a Montemaggiore Belsito (Pa)

Palermo e i sapori di una volta: il capoluogo siciliano celebra nei prossimi giorni la tradizione gastronomica tradizionale con un evento appostamente dedicato a quei cibi che fanno ormai parte del bagaglio culturale italiano. E’ prevista per i prossimi 14,15 e 16 novembre a Montemaggiore Belsito la “V Sagra degli antichi sapori”, in programma negli spazi adiacenti a piazza Roma. Un modo per dare il giusto spazio alla cultura locale, valorizzandone le peculiarità gastronomiche dell’entroterra.

Ristorante PARIS, Roma | Recensione

  • Nome: Ristorante Paris, Roma. P.za San Callisto, 7/a – 06 5815378
  • Chiusura: Lunedì, Domenica sera
  • Coperti: 100+50 all’esterno – Ambiente: Classico
  • Cucina: Tradizionale, Giudaico-romanesca
  • Target: Turisti, buongustai, pranzi di lavoro

In un secentesco palazzo a due passi dalla celebre chiesa (e Piazza) Santa Maria in Trastevere, i figli di Dario Cappellanti raccolgono in modo sublime l’eredità del padre, cucina ad indirizzo romano-giudaico, con carciofi, carni tradizionali e specialità di pesce.

Eccellente la pasta e ceci (preparata sapientemente dalla cuoca Iole, moglie del proprietario, una signora dai modi gentili) i gnocchetti con la fontina, gli agnolotti al ragout, gli affettati di manzo (la carne secca su tutte) e il brasato al Barolo. Piatti stagionali (come il tartufo di Alba) e fritture leggerissime precedono un carrello dei dolci ricco di sorprese: da citare le “palle del nonno” (dolce di pastella fritta con l’interno di ricotta e cioccolato) e la zuppa inglese, preparati, ovviamente, espressi.