Pappa al pomodoro, la ricetta di Chiara Maci

Si chiama pappa al pomodoro ed è uno dei piatti tradizionali della gastronomia toscana: la pappa al pomodoro, celebrata anche dall’omonima canzone di Rita Pavone, è un piatto povero e semplice da preparare. È perfetto per la preparazione di un piatto semplice che piace veramente a tutti, si prepara con estrema semplicità e velocità e inoltre può essere personalizzato anche con un cucchiaio di stracciatella come suggerisce la stessa Chiara Maci.

 

Pappa pomodoro Alessandro BorgheseÈ perfetto prepararla con il pane toscano sciapo naturalmente raffermo a conferma che si tratta di un piatto adatto per il riciclo. Per la perfetta riuscita della vostra pappa al pomodoro dovrete utilizzare ovviamente dei pomodori ben maturi.

Pappa col pomodoro di Alessandro Borghese

Pappa pomodoro Alessandro Borghese

Sono del parere che la semplicità abbinata alla qualità degli ingredienti in cucina vinca sempre. Questo è il caso della pappa al pomodoro di Alessandro Borghese. Piatto appartenente alla cucina povera, in questo caso diventa una pietanza da re. Vi basti sapere che gli ingredienti principali della sua versione siano la mozzarella di bufala ed il pane toscano. La pappa al pomodoro rappresenta, almeno per quanto mi riguarda, una di quelle preparazioni capaci di risollevare quelle giornate iniziate con il piede storto.

Pappa al pomodoro con i moscardini di Cotto e Mangiato

Pappa pomodoro moscardini Cotto Mangiato

Conoscete tutti la pappa al pomodoro? Uno dei piatti più conosciuti della cucina tradizionale povera? Io la adoro e non perdo occasione per prepararla soprattutto quando ho a disposizione dei pomodori dell’orto, dei quali sono sicura sia per quanto riguarda il sapore che la qualità. Vi lascio immaginare quindi la mia sorpresa nel vedere questa versione di Cotto e mangiato, preparata da Tessa Gelisio in una delle puntate recenti, della pappa al pomodoro con i moscardini.

Viva la Pappa! Al Pomodoro naturalmente

pappa al pomodoro

TEMPO: 10 minuti + 1 ora di cottura |COSTO: basso | DIFFICOLTA’: bassa | VEGETARIANA: si | PICCANTE: si | GLUTINE: si | BAMBINI: si

Questa ricetta della Pappa al Pomodoro non si fregia di essere “la ricetta originale” ma semplicemente di essere la mia preferita tra le varie che ho provato. Infatti ogni ricetta della tradizione ha diverse variazioni a seconda della provincia della regione in cui si gusta e addirittura a seconda della famiglia che la prepara. Diciamo che c’è una base comune a tutte le versioni e poi diverse variazioni sul tema. Io adoro letteralmente questo piatto infatti incontra tutti i miei gusti: innanzitutto c’è il pomodoro, poi ti consente di riciclare il pane raffermo ed infine c’è il basilico che è uno dei capisaldi della mia cucina. In questa versione si prevede anche una punta di peperoncino naturalmente se ci sono dei bambini tra i vostro ospiti evitate di aggiungerlo!

Acquacotta e panzanella: piatti poveri ma semplici e gustosi

In tutta Italia, ma sopratutto in Toscana, sono numerose le ricette provenienti dalla tradizione “povera” e contadina che oggi si possono trovare anche nei menù dei ristoranti più raffinati. Si tratta di piatti preparati con ingredienti poveri, facilmente reperibili, talvolta coltivati nel giardino dietro casa o avanzati dai pasti precedenti. Queste ricette affinate con il tempo rappresentano la storia di una regione e proprio perchè fatte di ingredienti “poveri” hanno preparazioni semplici, alla portata di tutti e soprattutto sono saporitissimi!

Tra questi piatti troviamo in cima alla lista la pappa al pomodoro, resa celebre da una canzone di Rita Pavone: semplicissima e veloce, adatta anche per i bambini ed i cui ingredienti (pane casalingo raffermo e pomodori in primis) richiamano alla mente la tradizione contadina di chi la preparava in passato. Dopo la pappa al pomodoro non possiamo dimenticarci della ribollita: il nome stesso deriva dal fatto che ne venivano cucninate grandi quantità per poi “ribollirla” il giorno dopo.

Rientra nella lista dei piatti poveri anche la panzanella, una ricetta leggera, perfetta per i primi caldi poichè non necessita di cottura ed ha un gusto rinfrescante. Per prepararla basta avere del pane casalingo raffermo, dei pomodori, della cipolla rossa, del sedano, basilico, sale, pepe ed olio: ingredienti che non mancano mai nelle nostre cucine! La panzanella è comunque aperta a numerose rivisitazioni, con l’aggiunta di ingredienti vari e diversi.

Spostandosi verso il sud della Toscana, in Maremma, non possiamo evitare di citare l’acquacotta, piatto anch’esso preparato con i prodotti forniti dalla terra.