Come preparare dei biscotti decorati per la Festa del Papà (VIDEO)

Se siete in cerca di idee originali da preparare in occasione della Festa del papà non potete assolutamente perdere questa ricetta dei biscotti decorati. Come avrete avuto modo di capire si tratta di mini campi da golf tutti da gustare. Una base di semplice pasta frolla ed una copertura di glassa verde che va a rappresentare l’erba. Guardate il video tutorial per capire come preparare questi biscotti nella maniera più semplice possibile.

Lecca lecca biscotto, ricetta

Lecca lecca biscotto ricetta

Dico, ma li avete visti? Si tratta di un dolcetto che sembra un peccato anche solo pensare di mangiare, eppure i lecca lecca biscotto rappresentano per i bambini quanto di più goloso possa esistere. Si tratta di veri e propri lecca lecca, che non si leccano però. Vanno semplicemente divorati a morsi perchè costituiti da biscotti glassati e decorati a piacere. In questo caso ho optato per una ghiaccia reale colorata di verde e rosa e dei confettini di zucchero che si intonassero allo sfondo. Direi che il risultato è stato più che soddisfacente.

Biscotti al latte siciliani

biscotti latte siciliani

Quella di oggi è proprio una ricetta della nonna. I biscotti al latte siciliani sono una di quelle ricette tradizionali che in Sicilia si preparano in qualunque periodo dell’anno e si trovano di solito nelle panetterie. Non c’è bisogno di un’occasione speciale per fare i biscotti fatti in casa, anche perchè i biscotti al latte sono ottimi da inzuppare appunto nel latte a colazione, e quindi vanno bene sempre. Perfetti per i bambini, sono molto genuini ma non esattamente leggeri perchè contengono lo strutto. Considerato però che non c’è traccia di altri grassi si può anche chiudere un occhio. Prepararli è molto semplice e devono lievitare solo 30 minuti. Insomma, poca fatica per un risultato eccezionale!

Torta al cioccolato e Rainy day Biscuits

Nelle giornate piovose e piuttosto fredde in cui è impensabile portare fuori i propri figli, adoro letteralmente chiudermi in cucina con loro tirare fuori il mio libro dei dolci Classic Home Desserts by Richard Sax e preparare insieme i dolci per il fine settimana, ok la cucina alla fine sarà un disastro ma il pomeriggio sarà passato ed in un battibaleno sarà già ora di cena e di andare al letto, alla fine è un piccolo prezzo da pagare per farli divertire!

  1. Torta al cioccolato
  2. Rainy-day biscuits

Questa Torta al Cioccolato è un dolce senza farina incredibilmente buono che va bene per tutti sia per i grandi che per i bambini. Ingredienti: 250gr. di cioccolato fondente al 70%, 125gr. di burro non salato, 6 uova (2 intere e 4 solo i rossi), 175gr. di zucchero, una teglia di 23 cm, 500ml. di panna fresca, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, 1 cucchiaino di polvere di cacao.

Frollini bianchi e neri

Con questa ricetta farete dei biscottini raffinatissimi e degni di una regina, anche se non sono quelli che ogni giorno la regina Elisabetta II prepara, ovunque si trovi, ma meritano di essere degustati durante un ‘high tea’ alla moda britannica, accanto ai mini tramezzini al burro salato e fettine di cetriolo, o al cheddar inglese bianco stagionato.

Poche cose della cucina britannica impressionano i mediterranei che siamo, ma non possiamo negare la bontà dei loro biscottini al burro, il lusso vellutato della crema inglese e la doppia panna del Devon sulle fragoline di bosco.
‘High tea’ o ‘Five o’clock tea’ è una tradizione tutta inglese che rappresenta uno spuntino alquanto sostanzioso anche se sempre delicatissimo per la sua presentazione in formato miniatura di salatini, tramezzini e dolcini vari, il tutto servito alle 17h00 in punto. Versione analcolica del cocktail americano, ne è certamente il precursore e mantiene nella sua tradizionale classe una raffinatezza incomparata.

La storia di GingerMan, l’omino di pan di zenzero

La storia di GingerMan, l’omino di pan di zenzero

C’era una volta una vecchina che un bel giorno decise di cucinare un biscotto di pan di zenzero a forma di omino. Quando però la cottura era quasi terminata la vecchina sentì una vocetta arrivare dalle profondità del forno: “Mammia che caldo che fa qui…Fammi uscire!” La vecchina incuriosita aprì il forno e vide un biscotto a forma di omino scappare gridando: “Corri pure, tanto non mi prendi, sono l’omino di pan di zenzero!” Tutte le urla della vecchina al suo indirizzo furono inutili.

Nella sua fuga l’omino di pan di zenzero incontrò una mucca che, non appena lo vide, cercò di mangiarlo, ma lui continuò a fuggire, dicendo con un tono quasi cantilenante “Corri pure tanto non mi prendi, sono l’omino di pan di zenzero.” Ben presto alla rincorsa dell’omino di pan di zenzero c’erano non solo la vecchina e la mucca, ma anche un cavallo ed un maiale, tutti con l’acquolina alla bocca. E l’omino canticchiava correndo “correte più che potete, tanto non mi prendete, sono l’omino di pan di zenzero!

Ad un certo punto si trovò davanti ad un fiume ed una volpe si avvicinò e si offrì di aiutarlo a fuggire, trasportandolo sul suo dorso fin sull’altra sponda. L’omino di pan di zenzero tutto felice saltellando e ringraziando la volpe le montò sul dorso. Arrivati a metà del fiume la volpe disse al biscotto: “l’acqua sta diventando un po’ profonda e tu ti scioglierai se ti bagni, arrampicati sul mio naso così sarai al sicuro.L’omino di pan di zenzero fece come gli aveva detto la volpe e quest’ultima se lo pappò in un sol boccone.