Asparagi arrotolati nella pasta sfoglia

Asparagi arrotolati nella pasta sfoglia

Se siete in cerca di uno stuzzichino da sgranocchiare prima di pranzo o da servire come antipasto prima di una cena tra amici vi suggerisco gli asparagi arrotolati nella pasta sfoglia. Niente di più semplice da preparare ma una proposta altamente allettante ed economica. Si preparano con soli tre ingredienti e risultano irresistibili, tanto che il bis diventa d’obbligo. Li suggerisco anche da proporre durante le prossime festività pasquali.

Frittella, ricetta tipica siciliana, non un dolce di Carnevale!

Finalmente l’ho trovata…. era da un po’ che cercavo la ricetta di questa pietanza…ma non ricordandone il nome era un po’ complicato!

Qualche giorno fa mio marito mi ha portato un fascio di carciofi e, nemmeno a farlo apposta, quel pomeriggio venne a trovarmi una mia zia, la quale, vedendo quei bei carciofi, mi disse:

..a zzia, picchì un ti fai a frittedda?

(nipote mia, perché non fai la frittella?)

Siii, ecco come si chiamava quella pietanza! Frittella! Come avevo fatto a non pensarci!

Mi sembrava di sentirne già il profumo…carciofifavepisellifinocchietto selvatico di montagna…!

Certo, soprattutto in periodo di Carnevale, vi chiederete cosa c’entra la “frittella” con gli ingredienti che vi ho citato sopra…ebbene, non dovete farvi ingannare dal nome, la “frittella siciliana” è un piatto che non ha nulla, ma proprio nulla a che vedere con le frittelle di Carnevale, nè tantomeno con il fritto!

La frittella siciliana (non le frittelle) è una pietanza a base di carciofi, fave e piselli su una base di soffritto di cipolla della quale abbiamo già parlato su Ginger qualche tempo fa ma, in base ai vari paesi di provenienza, questa pietanza, viene “profumata” in maniera diversa, c’è chi utilizza mettevi il finocchietto selvatico di montagna o chi l’agrodolce, ma comunque,gli ingredienti di base sono sempre gli stessi.

Io, la ho sempre mangiata con il finocchietto, quindi eccovi il procedimento per realizzare una delle ricette più antiche, e forse meno conosciute, della tradizione gastronomica siciliana , in versione La Frittella siciliana, va mangiata fredda, ma nessuno vi vieta di mangiarla fumante come corroborante nelle fredde serate invernali.

Ma vi do un’altra idea di come utilizzare la Frittella siciliana:

Fatela saltare in padella con pochissimo olio caldo, unitevi delle orecchiette fresche scolate al dente e servite il tutto con una spolverata di pecorino o di ricotta salata, nella foto   potrete ammirare il risultato di questo delizioso primo.

Antipasto di verdure, iniziare con leggerezza

TEMPO: 2 ore e 50 minuti| COSTO: medio-basso| DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA:SI | PICCANTE:SI | GLUTINE: SI | BAMBINI: NO


Iniziamo la settimana parlando di antipasti, ed in particolare di antipasti leggeri, che aprano l’appetito, senza riempire lo stomaco, in modo tale da poter continuare la cena senza dover allentare la cintura! Per ottenere questo obiettivo ci buttiamo sulle verdure e prendiamo spunto dalla cucina vegetariana.

In passato vi ho già proposto delle ricette di antipasti vegetariani come le polpette di melanzane o le polpettine di miglio, la proposta di oggi è un Antipasto di verdure, a base di zucchine marinate in un condimento molto particolare. Qualche dubbio? Provate e fatemi sapere.