Canederli alla zucca di Benedetta Parodi

di Ishtar 0



Nonostante non appartengano alla tradizione gastronomica della mia terra i canederli mi hanno sempre affascinato. Sarà per la loro forma tondeggiante e regolare, sarà per la loro composizione o per il fatto di poter dare vita a piatti corroboranti, ricchi ed adatti ad affrontare l’inverno nel migliore dei modi, mi sono lasciata tentare dai canederli di zucca, in particolare dalla ricetta tratta da una puntata dei Menù di Benedetta, trasmissione della Parodi in onda su La7.

Canederli alla zucca


Ingredienti

1 zucca media | olio evo | sale e pepe | rosmarino | 40 gr di burro chiarificato | 400 gr di ricotta | 2 uova | 150 gr di pangrattato

Preparazione

  Tagliare la zucca a fette spesse, condirla con l'olio ed avvolgerla nella carta stagnola, quindi cuocere in forno a 180 °C per 45 minuti circa.

  Mentre la zucca cuocere mescolare in una ciotola le uova, il burro, la ricotta e il sale, quindi anche il pangrattato.

  Schiacciare la polpa della zucca ricavando una sorta di purea con il quale formare delle palline. Avvolgerle nel composto di ricotta e lessare i canederli ottenuti in acqua bollente salata per circa 6 minuti.

  Condire i canederli semplicemente con un filo di olio e gustare caldi.

I canederli di zucca in questa versione sono particolarmente semplici da realizzare. Vengono preparati con il pangrattato al posto del comune pane raffermo, e con zucca e ricotta che insieme a questo danno vita a delle palline veramente gustose anche se delicate. Potrebbero essere definiti dei canederli alternativi, così come vi renderete conto una volta alle prese con l’esecuzione della ricetta. Ad esaltare il sapore della zucca la presenza del rosmarino, che come ben sappiamo si sposa alla perfezione con l’ortaggio. Provate anche i canederli allo speck, ricetta tradizionale, e quelli agli spinaci, tipici del Trentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>