Gratin di riso e aliciotti

di Ishtar 0



Il gratin di riso e aliciotti rappresenta un piatto ricco ed appagante, un’alternativa al solito risotto o alla pasta al forno. Devo ammettere di esserne stata colpita all’istante, non appena scoperta la ricetta, che tra l’altro porta la firma di Alessandro Borghese, e di essere corsa a prepararlo nel giro di poche ore. Il risultato? Un primo da servire all’occorrenza anche come piatto unico, a base di riso, pesce e passata di pomodoro, da non perdere.

Gratin di riso e aliciotti


Ingredienti

½ kg di aliciotti già eviscerati | 300 g di riso arborio | 1/2 kg di salsa di pomodoro già fatta | 200 g di mozzarella di bufala | farina 00 qb | pangrattato qb | 1 cucchiaio di capperi già dissalati | origano fresco | olio di oliva | sale e pepe

Preparazione

   Tagliare la mozzarella a pezzetti e metterla in un colino a perdere l'acqua in eccesso. Lessare il riso in acqua bollente, scolarlo dopo 3/4 minuti quindi mettere a friggere gli aliciotti, dopo averli passati nella farina, e scolarli asciugandoli dell'olio in eccesso. Salare.

   Porre sul fondo di una pirofila uno strato di salsa di pomodoro, poi uno di riso, di aliciotti ed infine la mozzarella. Proseguire con gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti.

   Mescolare il pangrattato con i capperi e l’origano tritato e distribuire sopra il riso. Completare con un filo d’olio e cuocere a 200 gradi per 20 minuti.

Il gratin di riso ed aliciotti prevede una preparazione non velocissima tra la cottura del riso e la frittura delle alici che andranno cotte in abbondante olio, dopo essere state infarinate. Ciò non toglie che, nel caso in cui vogliate ottenere una versione più leggera del piatto possiate lessarle direttamente. Altre ricette che potrebbero interessarvi a riguardo sono quella del gratin di zucchine e fontina, del riso e piselli al gratin, per il pranzo di tutta la famiglia e del riso al forno con piselli, con la ricetta senza glutine adatta agli intolleranti.

Photo Credits | ChristophTT / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>