Spaghetti con calamari ripieni e pomodori, un primo piatto per il menu di Natale

di Claudia 0



Conosciamo tutti piuttosto bene le tradizioni natalizie classiche, anche se in verità nel corso degli anni ho potuto imparare che sono molto differenti di regione in regione, non solo per i cibi che si portano in tavola, ma anche per i veri e propri rituali di festeggiamento. Ad esempio, ho vissuto in Toscana per quasi 10 anni scoprendo che la maggior parte delle famiglie non festeggiano la Vigilia, ma come? Io che sono di radici intense e profonde napoletane non riesco a immaginare che non ci si possa riunire il 24 dicembre, per me è sempre stato più importante il cenone della Vigilia rispetto al pranzo di Natale! Ed ecco infatti che vi propongo questa ricetta per gli spaghetti con calamari ripieni e pomodori, perfetta per la Vigilia!

Spaghetti con calamari ripieni e pomodori


Ingredienti

400 gr. spaghetti | 4 calamari (anche surgelati) | 3 uova | 6 spicchi d'aglio | 1 ciuffo prezzemolo | parmigiano grattugiato | 1 manciata mollica di pane | latte | 1 kg. pomodori pelati in scatola | sale e pepe

Preparazione

  Lavorare in una terrina le uova con il prezzemolo, qualche cucchiaiata di parmigiano grattugiato e 3 spicchi d'aglio tritati. Unire poi anche la mollica bagnata nel latte e ben strizzata.

  Salare e pepare, quindi far saltare il tutto in una padella antiaderente senza aggiungere condimento, giusto il tempo di raffermare il composto.

  Pulire i calamari e distribuirvi il composto all'interno, riempiendoli per metà, cucire con spago alimentare l'apertura. Versare in una padella mezzo bicchiere d'olio, buttare dentro i calamari e i tre spicchi d'aglio rimasti, quindi lasciar evaporare tutta l'acqua che i calamari sprigioneranno.

  Unire ai calamari i pomodori, aggiustare di sale e pepe e portare il sugo a cottura. Nel frattempo cuocere gli spaghetti al dente e farli saltare nella padella del sugo. Spolverizzare con parmigiano e prezzemolo prima di servire.

Insieme a questa ricetta di pesce per la cena del 24 dicembre, non posso non darvi qualche dritta per la pulizia dei calamari, a meno che non ve li facciate pulire in pescheria, e allora il gioco è fatto!

Innanzi tutto staccate i tentacoli e poi asportate le interiora, verranno via scavando all’interno della sacca con un dito. Sempre internamente potrete sentire anche la penna cartilaginosa, eliminatela staccandola. Adesso siamo a buon punto, eliminate anche la sacca esterna, ovvero la parte grigiastra che fa da involucro al calamaro. A questo punto il calamaro è pronto per essere imbottito, vi restano però i tentacoli, che potete utilizzare anche per moltissime altre preparazioni. Per pulirli tagliate appena sotto gli occhi e buttate via questi ultimi ed eliminate anche il becco, che si trova al centro dei tentacoli stessi. Sciacquate poi bene tutto sotto acqua corrente e i calamari saranno pronti per essere utilizzati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>