Come cucinare l’agnello per Pasqua, le costolette gratinate

di Ishtar 0



Come cucinare l’agnello per Pasqua? E’ la domanda che in molti si stanno facendo ed anch’io a dir la verità sono alla ricerca di una ricetta nuova. Negli ultimi anni ne ho provate diverse, alcune tradizionali, altre innovative. Quello che conta è proporre un piatto gustoso che piaccia a tutti e le costolette gratinate costituiscono un secondo molto allettante. Non si tratta del solito seppur sempre apprezzato agnello al forno, ma di una nuova e semplice ricetta, almeno per me.

Costolette di agnello gratinate


Ingredienti

8 costolette di agnello | 4 fette pane in cassetta | rosmarino tritato | menta tritata | salvia tritata | latte | sale e pepe

Preparazione

   Versare le fette di pane in cassetta nel mixer, aggiungere le erbe tritate, il parmigiano grattugiato, il sale e il pepe-

   Azionare il mixer ed ottenere un composto sbriciolato, aggiungere del latte quanto basta per renderlo morbido.

   Posizionare il composto sulle costolette di agnello, e disporle in una teglia unta di olio.

   Trasferire in forno e cuocere a 180 C° per circa 20-25 minuti, azionando gli ultimi 5 il grill per fare dorare il composto di mollica di pane.

Le costolette di agnello vengono coperte con un composto di mollica di pane mista ad erbe aromatiche, olio e sale e cotte in forno. Durante la permanenza sotto il grill, la panatura, oltre a cuocere diventa croccante andando a formare una crosticina sulla carne davvero irresistibile. La scelta di preparare l’agnello per Pasqua è molto diffusa in Italia, soprattutto in accordo con la nostra tradizione religiosa. Tra le ricette più preparate, solo per darvi qualche idea, ci sono le polpette di agnello con pinoli, l‘agnello stufato con le lenticchie, le pappardelle con il sugo di agnello e carciofi.

Ed ancora le classiche costolette di agnello fritte, l’agnello con i piselli. Come vedete molte sono le ricette che hanno per protagonista l’agnello, non avete che l’imbarazzo della scelta. Potreste anche proporre un paio di secondi diversi per accontentare tutti i commensali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>