Cestini di carciofi ripieni, un antipasto natalizio

di Claudia 0



Oggi vi propongo una ricetta non solo buonissima ma anche davvero molto bella da vedere, infatti starà a voi impiattare nel modo giusto i cestini di carciofi ripieni per avere il giusto effetto, prima che i palati di amici e parenti possano anche apprezzare il sapore di questo antipasto. La ricetta risulta un pochino laboriosa, principalmente nella fase iniziale della pulizia dei carciofi per ricavare i cestini, ma in fondo pulire i carciofi è sempre un procedimento un po’ lungo, tra tagliare gli steli, togliere le foglie esterne, tagliare anche le punte quando necessario e poi metterli a bagno con il limone per non farli scurire, quindi niente di nuovo. Per il resto una volta pronte le cozze vi basterà solo riempire i vostri cestini e preparare i piatti da portata!

Cestini di carciofi ripieni


Ingredienti

4 carciofi | 600 gr. cozze | 1 limone | 1 peperoncino | 2 spicchi aglio | 1 ciuffetto prezzemolo | 2 foglie alloro | 4 dl vino bianco secco | olio extravergine di oliva | sale e pepe

Preparazione

  Pulire i carciofi con cura, eliminando le foglie esterne più dure e le punte. Con l'aiuto di un coltello scavarli internamente badando bene a non incidere il fondo, aprire le foglie a fiore e immergerli in una ciotola abbastanza ampia con acqua fredda e il succo di mezzo limone.

  Portare a bollore 2 bicchieri d'acqua, unire il vino e il succo di limone rimasto, salare e cuocere i carciofi per un paio di minuti. Scolare i carciofi, mantenendo però l'acqua di cottura.

  Lavare le cozze con cura ed eliminare i filetti, farle aprire in una casseruola con il prezzemolo, il peperoncino, i 2 spicchi d'aglio e 1 mestolo dell'acqua dei carciofi.

  Quando le cozze saranno aperte, togliere i frutti dalle conchiglie e riempire i fiori di carciofi con le cozze. Impiattare, versare un filo d'olio e servire.

Vi dò qualche dritta. Secondo me sarebbe molto carino preparare diversi piatti da portata, chiaramente a tema, quindi rossi, verdi, dorati o argentati, o anche bianchi e un po’ luccicanti, e adagiare su ognuno di essi 6 o 7 carciofi formando dei motivi diversi, circolari o triangolari, come a richiamare una ghirlanda o l’albero di natale.

Io poi andrei a contornare ogni piatto con fette di patate lesse e gamberi anch’essi lessati, e spolverizzati con il prezzemolo, in modo che ogni commensale possa servirsi prendendo un cestino di carciofo ripieno e due fette di patate con i gamberi, per un antipasto completo e bellissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>