Cappone di Morozzo arrosto in salsa di mirtilli per il Cenone di Capodanno.

Spread the love

Il cappone è una portata tradizionalissima dei pranzi delle feste. Ne abbiamo già parlato in diverse ricette, tutte abbastanza conosciute. Quella di oggi invece è una piccola rivisitazione di un piatto tradizionale, il cappone arrosto, con la salsa di mirtilli. A Cuneo e in tutto il Piemonte in generale, il cappone di Morozzo non manca mai sulla tavola delle feste e in genere si accompagna con una salsa ai mirtilli oppure si farcisce con un ripieno di more.  Morozzo, il piccolo paese dalle antiche origini, a metà strada fra Cuneo e Mondovì, è l’indiscussa capitale regionale del cappone, il delizioso galletto castrato al quale è dedicata la tradizionale fiera di metà dicembre. La razza utilizzata per la produzione del cappone tradizionale di Morozzo è la cosidetta nostrana. Una vera specialità che ognuno di voi potrà preparare, e anche se nella vostra regione sarà un pochino più difficile trovare il cappone di Morozzo potete utilizzare un cappone allevato nella vostra regione. La preparazione è semplice. Tagliate i pezzi di cappone a tocchetti e metteteli in una teglia da forno con olio extra vergine di oliva e brodo. Lasciate cuocere finchè la carne non sarà ben cotta. La salsa di mirtilli è perfetta come accompagnamento della carne bianca perchè ha quel sapore dolciastro ma con un retrogusto un po’ acido che da il contrasto di sapore giusto con il gusto della carne di cappone.

Per preparare la salsa ai mirtilli, procuratevi i mirtilli surgelati che si trovano facilmente al supermercato. Se non doveste trovarli potete sostituirli con i frutti di bosco misti surgelati. Otterrete una salsa che va benissimo per accompagnare il cappone e il sapore sarà anche abbastanza simile. In alternativa potete anche usare le more o le fragoline di bosco. Per la salsa procuratevi un vino bianco di qualità, l’ideale sarebbe il Teroldego Rotaliano.

1 commento su “Cappone di Morozzo arrosto in salsa di mirtilli per il Cenone di Capodanno.”

Lascia un commento