Un classico intramontabile: la torta di mele

di Claudia 8

TEMPO: 1 ora circa + cottura | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


Che siano telefilm americani o cartoni animati, che si parli della ricetta della nonna o di quella di un ristorante dove abbiamo cenato, che sia apple pie, american pie, crostata, tortino, tartina, pasticcino, la torta di mele ritorna sempre, fin dalla notte dei tempi, è presente all’appello in ogni momento della giornata, in tutte le stagioni e anche in gran parte dei continenti!

Mia nonna me ne preperava una piccolina tutti i giorni per il dopo pranzo, ricordo ancora il profumo e il suo sapore così caratteristico, ed era quasi sempre ancora calda, quella sua consistenza particolare che deliziava il mio palato. E poi ne ho assaggiate tante, la mattina a colazione, dei fagottini alle mele o proprio delle fette di torta di mele, nelle sale da tè, ai ristoranti, se ci fate caso una torta di mele è quesi sempre presente tra i vari dessert che ci vengono offerti. E’ il must per le cuoche di dolci, una preparazione molto caratteristica, perfetta per i bambini e così adatta come colazione, merenda, conclusione di un pasto, davvero la regina delle torta casalinghe.

Ma in quanti film l’abbiamo vista? Io devo essere sincera, tutte le volte che ne vedo una mi viene davvero una gran voglia di assaggiarla, ma non solo se mi appare davanti sul piccolo o sul grande schermo, anche quando la vedo nelle vetrine delle pasticcerie, o quando scorgo qualcuno che la addenta prendendola con le mani o che la taglia con una forchettina. Inutile poi dire che esistono davvero numerose ricette, e nel corso del tempo potremmo trattarne diverse, per ora questa, abbastanza classica e sostanziosa, la prossima volta potremmo concentrarci su una crostata, una sfoglia o un fagottino.

Torta di mele

Ingredienti per 6-8 persone:

700gr. di mele (golden o renette) | 400gr. di farina bianca | 130gr. di zucchero semolato | 200gr. di burro |  1 limone | 4 uova | 1 decina di biscotti secchi | poco pane grattugiato | 1 bustina di lievito in polvere | sale fino

LA PREPARAZIONE:

  1. Versate sulla spianatoia la farina, fate la fontana e mettetevi in mezzo due etti di zucchero, la scorsa grattugiata del limone, mezzo cucchiaino di lievito, un pizzico di sale, 190gr. di burro a pezzetti e un poco ammorbidito e 4 tuorli. Impastate prima gli ingredienti che sono al centro e poi poco a poco incorporate la farina. Lavorate la pasta solo il tempo che ci vuole per amalgamarla, fate quindi una palla, avvolgetela in un foglio di carta pergamena e mettetela in frigo (non nel reparto più freddo) lasciandovela per circa 1 ora.

  2. Imburrate una tortiera del diametro di circa 26 cm, spolverizzatela con del pane grattugiato e scuotetela per perdere la quantità in eccedenza. Pestate i biscotti riducendoli in polvere. Quando la pasta avrà riposato il tempo necessario in frigo accendete il forno portandolo sui 180°.

  3. Pelate le mele, dividetele in quattro, eliminate il torsolo e tagliatele a fettine sottilissime. Levate la pasta dalla carta e tagliatela in due parti, una il doppio dell’altra. Con il matterello stendete il pezzo più grosso per ricoprire il fondo e i bordi della tortiera, pareggiando la pasta ai bordi in modo che sia tutta pari con  la loro altezza. Bucherellate il fondo della pasta e versatevi sopra i biscotti sbriciolati.

  4. Sistemate sulla pasta le fette di mela, fate uno strato uniforme e ricopritele con due cucchiai di zucchero. Stendete l’altro pezzo di pasta della grandezza giusta per ricoprire le mele. Una volta sistemata la pasta unitela con l’altro pezzo ai bordi, formate un cordoncino e pizzicaltelo. Lucidatela con poco albume, spolverizzatela con una cucchiaiata abbondante di zucchero e mettetela in forno caldo per circa 40 minuti.

  5. A cottura ultimata togliete la torta dal forno, se necessario staccate i bordi con un coltellino e aspettate che non sia più calda per sformarla. Quando sarà tiepida potrete capovolgerla e poi ricapovolgerla per sistemarla su un piatto da portata e aspettare che si raffreddi prima di servirla.

Tagliando la torta, appena si sarà raffreddata, è molto probabile che si sbricioli parecchio. Se aspetterete qualche ora questo inconveniente non si verificherà.

[photo courtesy of BrittanyJanet]

Commenti (8)

  1. Ciao Claudia, ho visto le dosi dello zucchero, mi sembra troppo, forse c’è uno zero in più?

  2. @ siriana:
    Grazie, sistemato 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>