Scaloppine al Marsala, un piatto semplice e raffinato

di Roberto 6

In precedenza, abbiamo già parlato di altre ricette che come ingrediente segreto, che apporta quella nota particolare al piatto, hanno il vino Marsala.

Questo vino siciliano si presta molto bene ad essere usato in piatti a base di carne, per il suo carattere alcolico e secco che stempera il grasso della carne e per il suo aroma tipico che ben si lega a piatti tipicamente robusti.

Oggi vi proponiamo una ricetta molto semplice ed “elegante”,dai sapori tenui e delicati, ottima per un pranzo domenicale o una cena dai toni raffinati: le scaloppine al Marsala.

Questo piatto è una variazione delle scaloppine al vino bianco e prezzemolo, un tipico piatto di origine Milanese, in uso soprattutto nei giorni festivi, in cui il vino bianco e sostituito appunto dal Marsala.

Ingredienti per 4 persone:
  • 8 fettine di Vitello o Vitellone per scaloppine
  • farina quanta ve ne occorre
  • 80gr di burro
  • mezzo bicchiere di vino Marsala
  • acqua
  • sale e pepe

Preparazione:
come prima cosa prendete le fettine di carne infarinatele, premendo le fettine sulla farina in modo tale da farla aderire ben bene, e salate leggermente.

Mettete a sciogliere il burro in una padella, larga e dai bordi bassi. Quando si sarà sciolto in sapori telo con un po’ di pepe.

Fatto questo, disponete le scaloppine sul fondo della padella, in modo tale che si formi un unico strato.
Fatele cuocere a fuoco vivace, facendole colorire prima da un parte e poi dall’altra.

Una volta cotte, sono sufficienti pochi minuti, versate il vino Marsala e lasciatelo evaporare mantenendo la padella sul fuoco per qualche istante.

A questo punto disponete le fettine nei piatti, due per ognuno.

Aggiungete due o tre cucchiai di acqua o, se volete, di brodo al sughetto rimasto nella padella e riscaldate il tutto mescolando per bene.

Una volta che il sughetto si sarà rappreso versatelo sulle scaloppine, e guarnite i piatte con un po’ di prezzemolo ed un ultima spolverata di pepe.

Ricordate, che questo piatto, come la maggior parte dei piatti a base di carne va servito caldo. Se non potete servirlo subito tenetelo in caldo, ma non riscaldatelo sul fuoco, altrimenti la carne secca e si scurisce assumendo un aspetto poco invitante.

Commenti (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>