Agnello al forno con patate, ricetta

di Anna Maria Cantarella 0



Le ricette tradizionali come l’agnello al forno con patate sono tra quelle che tutti dovremmo imparare. Secondo piatto leggero, decisamente gustoso, l’agnello con patate è un piatto che non può mancare sulla tavola delle occasioni speciali, delle feste comandate o semplicemente di una domenica a pranzo in famiglia. La ricetta è semplicissima e il risultato è ottimo: in una sola teglia avrete secondo piatto e contorno.

agnello al forno con patate


Ingredienti

un chilo di carne d'agnello (spalla o cosciotto) | 700 gr. patate | uno spicchio d'aglio | un bicchiere di vino rosso | aromi freschi: timo , alloro, rosmarino | sale | olio evo

Preparazione

   Lavate la carne di agnello sotto l'acqua corrente e poi tamponatela con carta assorbente. Potete tagliarla a pezzi o cucinare il pezzo per intero. Mettete la carne di agnello in una ciotola capiente a marinare con il vino rosso e gli aromi, compreso uno spicchio d'aglio. Coprite con la pellicola e lasciate riposare per almeno 8 ore.

   Al momento di preparare l'agnello, scaldate il forno a 180 gradi. Sbucciate le patate e tagliatele a grossi pezzi. Conditele con sale, olio, rosmarino e poi adagiatele sul fondo di una teglia da forno.

   Prelevate la carne dalla marinatura e adagiatela sulle patate. Insaporite la carne con un pizzico di sale e aggiungete ancora rosmarino tritato a contatto con la carne.

   Cuocete in forno a 180 gradi per circa 1 ora e mezza. Rigirate spesso le patate per evitare che brucino e controllate il grado di cottura della carne perchè non deve cuocere troppo, altrimenti diventa secca e stoppacciosa.

La carne dell’agnello ideale per questa preparazione è sicuramente quella della spalla o del cosciotto d’agnello. Si potrebbe cucinare in un solo pezzo ma sarebbe preferibile tagliare la carne in grossi pezzi, spessi qualche centimetro, per favorire una cottura completa.

Il gusto della carne di agnello può risultare un po’ forte, per questo motivo vi consigliamo di marinare la carne in una miscela di vino bianco, aromi come rosmarino, timo, alloro, aglio e poi sale e un pizzico di olio se volete. La marinatura dovrebbe durare una notte intera in frigo, ma potrebbero bastare anche 5 ore. Se poi volete proprio stroncare il gusto forte dell’agnello con un procedimento più invasivo, potete bollire la carne di agnello con qualche foglia di alloro. Spegnete il fuoco quando vedrete l’acqua bollire per bene e apparire la schiuma in superficie. Poi potete procedere normalmente come indicato nella ricetta.

In genere l’agnello si cucina in occasione della Pasqua perchè è in primavera che si trovano le carni migliori. Se volete provare l’agnello al forno o la ricetta dell’agnello in umido, vi suggeriamo tante alternative: agnello al forno con verdure, costolette di agnello al forno, agnello al forno con lampascioni, spalla di agnello arrosto, spalla d’agnello alle erbe aromatiche.

Photo Credits | Patty Orly / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>