Malfatti di zucca ai funghi

di Ishtar 0



Conoscete tutti i malfatti? Tipico piatto lombardo a base di ricotta e spinaci, oggi ve ne propongo una variante autunnale imperdibile con zucca e funghi. Entrambi protagonisti assoluti della stagione attuale, sia la zucca che i funghi (i finferli in questo caso) rappresentano una risorsa alla quale attingere quotidianamente per la realizzazione di pietanze gustose. La ricetta proviene da Detto Fatto e porta la firma di Tommaso Arrigoni.


Malfatti di zucca ai funghi


Ingredienti

500 gr di zucca | 150 gr di farina | 1 uovo | latte | 300 g funghi finferli freschi | 1 cucchiaio di burro | 2 cucchiai di grana | timo | essenza di senape (facoltativa) | limone

Preparazione

  Preparare i malfatti: tagliare la zucca a pezzi e metterla a cuocere in forno. Appena morbida frullarla e trasferirla in una ciotola. Unire la farina e l’uovo e, solo se necessario, poco latte. Unire anche l'essenza di senape e la scorza grattugiata di un limone.

  Unire il timo e creare i malfatti con il cucchiaio quindi metterli a cuocere in acqua bollente salata. Una volta saliti a galla scolarli e farli saltare in padella con il burro ed il grana.

  Lavare i funghi finferli e tagliarli a pezzi. Farli saltare in padella con burro ed acqua e servirli insieme ai malfatti.

Prepararli è molto semplice: non dovrete fare altro che impastare la zucca cotta e frullata con farina e uova e creare questi singolari gnocchetti con il cucchiaio, quindi metterli a sbollentare e condirli con burro e parmigiano salvo poi accompagnarli con i finferli saltati in padella. Si tratta di una ricetta che gli amanti degli gnocchi, come me, tanto per non andare lontano, non possono perdere. Provate anche gli gnocchi di zucca con noci e parmigiano, i fusilli con finferli e speck e le lasagne alla crema di funghi e zucca. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>