Pentola a pressione Lagostina: un aiuto in cucina per una ricetta sfiziosa

di Anna Maria Cantarella 2



Non tutti conoscono la pentola a pressione e forse non tutti sono consapevoli di come sia utilie in cucina e non hanno mai pensato all’eventualità di utilizzarla, però tutti abbiamo sentito parlare delle famosissime pentole Lagostina, che sono note per essere prodotti di qualità che danno un valido aiuto in cucina. La pentola a pressione ha il grande vantaggio della velocità di cottura: si possono preparare ottimi piatti  con poco tempo da dedicare alla preparazione. Unico svantaggio: non tutti gli ingredienti sono adatti alla cottura con la pentola a pressione.

Via libera sicuramente a bolliti, spezzatini, patate, cereali, legumi. Tra i cibi “no” rientrano sicuramente i grassi particolarmente sensibili al calore (come ad esempio l’olio di girasole) e tutti gli alimenti che hanno un tempo di cottura piuttosto breve. Con la pentola a pressione oggi cuciniamo degli squisiti bocconcini di carne di maiale con una salsina ai peperoni, un secondo piatto gustosissimo, profumato e veloce da preparare. Dopo aver rosolato la carne infatti, basterà chiudere la pentola e poi aspettare trenta minuti a partire dal fischio.

spezzatino di maiale ai peperoni


Ingredienti

600 gr. spezzatino di maiale | 200 gr. peperoni rossi | uno spicchio d'aglio | mezzo bicchiere di vino bianco secco | 150 gr. pomodori pelati | 40 gr. olio evo | sale e pepe | prezzemolo

Preparazione

  Lavate e asciugate i peperoni e tagliateli a listarelle. Sgocciolate bene i pomodori pelati e schiacciateli con un forchetta in modo che si sfaldino.

  Scaldate l'olio nella pentola a pressione, unite lo spicchio di aglio, unite la carne e fatela rosolare a fiamma media.

  Quando la carne sarà ben dorata, aggiustate di sale e pepe e sfumate con il vino. Eliminate l'aglio, aggiungete i peperoni e i pomodori e bagnate con 1/2 bicchiere di acqua.

  Chiudete la pentola a pressione con il suo coperchio e cuocete per 30 minuti contando il tempo a partire dal sibilo. A fine cottura scaricate il vapore, aprite la pentola e passate la carne in un piatto da portata.

  Frullate il fondo di cottura nel mixer, aggiungete il prezzemolo, aggiustate di sale, se necessario, e versate la salsina sui bocconcini nel piatto. Servite subito.

Io in genere frullo il fondo di cottura per farlo diventare una salsina con cui ricoprire la carne, ma se vi piace potete lasciarlo così com’è.

Commenti (2)

  1. Anna, complimenti su questa bellissima sfiziosa ricetta! Mi ha fatto leccare i baffi ( e quasi lo schermo) a vedre la foto. Comunque, ti devo chiedere quali ingredienti non si possono cuocere nella pentola a pressione, perche io li faccio veramente tutti: uova, pesce, verdure, frutta, carne, faggioli, grani. Non ho ancora trovato un buon metodo per la pasta… ma non preoccuparti che trovero’ anche quello. ; )

    Vieni a trovarmi e vedi se non riesci prendre qualche spunto per scrivere un altra deliziosa ricetta per la pentola a pressione!

    Ciao,

    L <– esperta in cottura a pressione

    http://www.cucinarehip.it
    cucinare veloce, facile e moderno con la pentola a pressione

  2. @ Laura: Ciao Laura, grazie dell’apprezzamento! 🙂
    Riguardo ai cibi che non si possono cucinare nella pentola a pressione, mi riferivo proprio a quelli che, come la pasta, hanno un tempo di cottura troppo breve per cui l’utilizzo della pentola a pressione è più difficile. Questo non vuol dire che non si possa trovare un metodo che vada bene anche per la pasta, anzi se lo trovi scrivici e sicuramente ne parleremo!
    Un’altro problema è quello relativo ai grassi particolarmente sensibili al calore, ad esempio l’olio di semi di girasole, che avendo un punto di fumo molto basso, rischia di alterarsi e di sprigionare sostanze poco salutari. Per il resto, via libera a tutto! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>