Cucinare con la pentola a pressione, Acticook di Lagostina

di Ele 1

cucinare con la pentola a pressione Acticook Lagostina

Le nostre cucine sono piene di pentole, padelle, tegami e coperchi di ogni genere e misura, ma quello che secondo me non deve mai mancare in casa è la pentola a pressione. Vi chiedete perchè? Beh tra le qualità che preferisco c’è sicuramente il risparmio di tempo infatti i tempi di cottura per molti piatti sono più che dimezzati e con la vita frenetica che conduciamo ogni giorno, devo dire che non è da sottovalutare. Inoltre i cibi mantengono inalterate le loro caratteristiche nutritive, conservando vitamine e sali minerali e il tutto usando meno grassi rispetto alle cotture tradizionali. Infine, in un momento in cui il risparmio energetico e l’ecosostenibilità sono così importanti, la pentola a pressione permette un minore consumo di gas, che per la preparazione di alcune pietanze può arrivare anche al risparmio del 25% .

Io l’ho sempre usata nella mia cucina ma in questi giorni sto utilizzando la nuova pentola di Lagostina Acticook che sarà disponibile a partire da questo mese. Una pentola davvero innovativa ma allo stesso tempo semplice da usare e che è riuscita a ridurre i tempi di cottura del 35% rispetto alle pentole a pressione tradizionali.

Quando il pacco è arrivato in redazione sono rimasta molto sorpresa perchè pensavo di trovarmi di fronte alla solita pentola invece ho dovuto ricredermi; una pentola di ultima generazione composta da 3 sistemi eco-tecnologici: un acceleratore di cottura con una valvola che rilascia fino all’85% di aria riducendo i tempi di cottura; l’ecodose, cioè un dosatore da 250 ml che indica la quantità di acqua necessaria per ogni ricetta; l’ecotimer, un timer che una volta inseriti i minuti di cottura del piatto emette un suono per indicare l’inizio della cottura e quindi il momento in cui si può abbassare la fiamma e un segnale alla fine della cottura per avvertirci che il nostro piatto è pronto.

All’interno del pacco inoltre, oltre al classico manuale d’uso nel quale vengono spiegati nel dettaglio i vari componenti e l’utilizzo della pentola, c’è un comodissimo e originale ricettario con 50 piatti suddivisi in antipasti e salse, primi, secondi, contorni e dessert senza dimenticare poi una pratica tabella con i tempi di cottura degli alimenti nel quale vengono specificati posizione di cottura, numero di ecodosi e tempo di cottura, che ho trovato davvero utilissimo, perchè l’errore che si fa di solito è quello di sfruttare solo al minimo le potenzialità della pentola a pressione e di cuocere sempre le stesse pietanze, invece di utilizzarla anche per piatti diversi e più sofisticati; oltre al classico minestrone, alle carni bollite, ai legumi e alle verdure è possibile cucinare anche antipasti, zuppe, risotti, secondi di pesce e addirittura dolci.

Unica attenzione che dovrete avere sarà nella pulizia e manutenzione della pentola che se fatta con cura,  farà durare per parecchi anni la vostra Acticook. Potete lavare la pentola e il cestello in lavastoviglie (e non è poco!) ma fate attenzione a togliere il timer che non dovrà mai essere messo a contatto con l’acqua; infine dopo ogni cottura dovrete pulire la guarnizione con una spugna e del detersivo per piatti e ricordatevi di non metterla mai in lavastoviglie.

Il prezzo di Acticook è di €189,90  per quella da 4,5 litri e di €199,90 per quella da 6 litri con manici pieghevoli. Quindi se ancora non avete la pentola a pressione o se avete deciso che è il momento di cambiarla prendete in considerazione questa nuova pentola di Lagostina.