Fesa di tacchino ripiena, un piatto corposo per le grandi occasioni

di Anna Maria Cantarella 0



Domenica darò il meglio di me in cucina. Si tratta di un’occasione un po’ speciale e merita un pranzo luculliano, fatto con tanto amore e pieno di squisite portate. Ho già pensato agli antipasti e al primo, ma sul secondo ero un po’ indecisa. Stanca del solito vitello, avevo voglia di cucinare qualche sfiziosa ricetta a base di pollo. Poi, sfogliando le pagine di un ricettario, mi sono imbattura in questa ricetta della fesa di tacchino ripiena ed è stato subito amore. Ho deciso che mi impegnerò per prepararla anche se non si tratta di una ricetta facilissima e richiede un po’ di tempo e di impegno in più del solito. Però sono sicura che sarà molto apprezzata, è troppo buona per non stupire tutti!

fesa di tacchino ripiena


Ingredienti

1 kg. fesa di tacchino in una larga fetta | 500 gr. castagne lessate | una mela gialla o verde | un piccolo panino un po' raffermo | 100 gr. pancetta a fettine | latte | una cipolla | un gambo di sedano | 2-3 rametti di timo | un limone | 200 gr. vino bianco | brodo | 9 cucchiaio olio evo | sale e pepe

Preparazione

   Fate ammorbidire il panino in una ciotola con un po' di latte. Sbucciate la mela, tagliatela a pezzettini e bagnatela subito con il succo di limone.

   Sbucciate la cipolla, tritatela finemente con il sedano e rosolatela a fuoco dolce in un tegame con 4 cucchiai d'olio. Bagnate con un mestolino d'acqua e continuate la cottura, coperto, per 10 minuti.

   Unite le castagne sbriciolate finemente, la mela, le foglioline di timo. Salate, pepate e continuate la cottura per 2-3 minuti. Togliete dal fuoco e fate raffreddare, poi aggiungete il panino scolato, strizzato e sbriciolato.

   Sistemate la fesa su un piano di lavoro, salatela, pepatela, farcitela al centro con il ripieno preparato e arrotolatela su se stessa. Avvolgete il rotolo ottenuto con le fettine di pancetta, poi legatelo con lo spago da cucina.

   Rosolate il rotolo in una casseruola con l'olio rimasto per 5 minuti a fuoco vivo, girandolo spesso. Poi bagnatelo con il vino che farete evaporare. Coprite con il coperchio e continuate la cottura per 1 ora, girando spesso il rotolo e bagnandolo con il brodo ogni volta che è necessario.

   Eliminate lo spago e la pancetta. avvolgete il rotolo in un doppio foglio di alluminino e lasciatelo riposare per 10 minuti prima di tagliarlo a fette spesse per servirlo.

Castagne, una mela, pancetta, cipolla e aromi vari. Questi gli ingredienti del ripieno della fesa di tacchino ripiena. Già solo a nominarli, penso che questi ingredienti suscitino la voglia di mettersi a tavola e assaggiare. La preparazione è un pochino laboriosa ma non è troppo difficile. E se volete un consiglio, fatevi aiutare dal macellaio a tagliare un pezzo di fesa dello spessore giusto per essere farcito. Dopo, il lavoro sarà abbastanza semplice e si tratterà di preparare il condimento, farcire la carne e poi cuocerla in una casseruola capiente sul fuoco. Per questo tipo di preparazioni io in genere uso la pentola per gli arrosti, perchè è profonda e ha i bordi alti, e una volta coperto l’arrosto può cuocere tranquillamente anche per un’ora, senza fare fatica a controllarlo in continuazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>