Ricette pasquali regionali, i quaresimali

di Ishtar 0



Nell’aspetto (ed in parte nella modalità della preparazione) ricordano molto i cantucci toscani. Ma già leggendo la sola lista degli ingredienti vi renderete conto che i quaresimali napoletani si differenziano dai primi per il fatto di contenere una serie di spezie come la vaniglia, la cannella, i chiodi di garofano e la noce moscata oltre che il cedro candito.

I quaresimali napoletani non sono altro che biscotti tradizionali preparati prevalentemente durante il periodo pasquale. La loro preparazione consiste nel mescolare i vari ingredienti e quindi la farina, lo zucchero, le uova, le spezie, l’ammoniaca per dolci ed il cedro candito e nel creare un composto sodo ed omogeneo. Con l’impasto ottenuto si formano tanti filoncini che si vanno a posizionare su una teglia leggermente unta ed infarinata. Questi filoncini vanno spennellati con un nuovo ed appiattiti con le dita.

Quaresimali napoletani


Ingredienti

500 gr. farina | 2 uova | 350 gr. mandorle | 350 gr. zucchero | 200 gr. cedro candito a cubetti | 1 cucchiaino vaniglia | 1 cucchiaino cannella | 1 cucchiaino chiodi di garofano macinati | 100 cc acqua tiepida | 2 gr. ammoniaca per dolci | 1 uovo per spennellare

Preparazione

   Mescolare lo zucchero con la farina ed aggiungere man mano le uova, il sale, l'ammoniaca per dolci, la vaniglia, la noce moscata, i chiodi di garofano e la cannella. Aggiungere anche il cedro candito e l'acqua tiepida e mescolare.

   Incorporare le mandorle e impastare con le mani. Creare con l'impasto dei filoncini, disporli su una teglia imburrata ed infarinata ed schiacciarli con le mani. Spennellare con un uovo e infornare a 200 C° per circa 20 minuti.

   Una volta cotti tagliarli ancora caldi a rombi e disporre le fette ottenute di nuovo sulla teglia, cuocendo ancora a 170 C° per circa 15 minuti.

   I biscotti devono risultare dorati e biscottati.

Una volta cotti a 180 C° per 20 minuti si tagliano obliquamente a fette per ottenere tanti rombi. Le fette ottenute vanno disposte di nuovo sulla teglia e cotte a 170 C° per 15 minuti o comunque fino a quando non saranno diventate biscottate. I quaresimali napoletani si conservano in recipienti ermetici o in scatole di latta ma comunque ben chiusi per mantenere a lungo la loro fragranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>