Ricette del Primo Maggio, le virtù teramane

di Fabiana 0



Non chiamatelo minestrone perché in effetti non lo è assolutamente: le virtù teramane sono un piatto tipico della città di Teramo che vengono gustate anche in occasione della festa del Primo Maggio, la festa dei lavoratori.

Le origini del piatto di legano anche alle tradizioni contadine quando le massaie preparavano i pasti con gli avanzi delle provviste invernali e le nuove primizie primaverili. Il risultato è un piatto a base di legumi secchi che venivano cotti con le verdure, con la cotica di maiale e con la pasta fresca e secca.

Ricette del Primo Maggio, le virtù teramane


Ingredienti

Legumi secchi: | fagioli, ceci e lenticchie legumi freschi: piselli e fave verdure: carote, zucchine, patate, bietole, indivia, scarola, lattuga, cavolo, cavolfiore, rape, borragine, cicoria, spinaci, finocchi, barba di frate, finocchio selvatico, carciofi | odori: | prezzemolo, maggiorana, salvia, timo, aneto sedano, carota, cipolla, aglio olio extravergine di oliva qb spezie: noce moscata, pepe, chiodi di garofano pasta di grano duro di varie qualità | Tagliolini all’uovo tortellini e agnolotti | 250 gr di prosciutto crudo, 100 gr di lardo, cotenna di maiale e osso 500 ml di passata di pomodoro sale e pepe qb

Preparazione

   La sera prima della preparazione del piatto, mettete a bagno i legumi secchi ciascuno in un contenitore diverso e lasciateli in ammollo per tutta la notte.

   Sistemate le cotenne e l’osso di prosciutto in acqua tiepida. Sbollentate tutte le verdure in foglia e poi ripassatele in padella con olio extravergine di oliva.

   Il giorno successivo scolate la cotenna e l’osso e lasciate bollire separatamente tutti i legumi aggiungendo in ciascuno un pezzo di cotenna e uno di osso. Preparate il con il macinato di carne delle polpettine aggiungendo anche il sale, la noce moscata e un pizzico di pepe e fatele cuocere in una padella con poco olio.

   Preparate un soffritto con il sedano, le carote, le cipolle e uno spicchio di aglio. Aggiungete il prosciutto e il lardo tagliato a cubetti e le polpettine. Aggiungete le verdure tagliate a pezzi piccoli, prima i carciofi, poi le patate, le zucchine, le fave (tipiche del primo maggio) e i piselli. Lasciate cuocere almeno 15 minuti e poi aggiungete le verdure in foglia cotte il giorno prima. Mescolate tutto e aromatizzate con gli odori e le spezie tritati.

   Aggiungete anche la passata di pomodoro e lasciate sobbollire per 15 minuti. Unite anche i legumi ancora caldi con tutta l’acqua di cottura e lasciate cuocere altri 10 minuti circa. Cuocete i diversi tipi di pasta scelti e aggiungeteli alla zuppa di verdure e legumi. Mescolate per altri 20 minuti e servite.

In sostanza il piatto si chiama virtù a richiamare la virtuosità e l’inventiva delle donne intente a cucinare, ma la caratteristica del piatto è la sua cottura molto lunga e molto laboriosa. Insomma potrete cominciare adesso per servire il vostro piatto in occasione del primo maggio.  Prima vanno preparati tutti i legumi e poi vanno amalgamati insieme tutti alla stessa temperatura. Altra caratteristica della ricetta è di dosare diversamente, in base a gusto e disponibilità, i vari legumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>