Primi piatti senza glutine: il riso venere con zucchine e gamberetti

di Anna Maria Cantarella 0



Del riso Venere abbiamo già parlato qualche volta su Ginger&Tomato. Si tratta di un riso integrale dal colore viola scuro quasi nero, che in cottura sprigiona un gusto particolarissimo e un profumo di pane appena sfornato.
La colorazione è naturale perché il pericarpo, la pellicola più esterna del chicco, ha il colore dell’ebano. Questo tipo di riso in Cina esiste da secoli, ma è sempre stato riservato alle tavole dei nobili perché raro e poco produttivo. Infatti fino all’Ottocento veniva coltivato solo per l’Imperatore e la sua corte e ancora adesso, il suo costo è più elevato di quello comune.  Oggi però, questo riso si coltiva in alcune zone della Pianura Padana.

 Il riso Venere con gamberetti e zucchine è un primo piatto semplice da realizzare e gustoso. Inoltre l’accoppiata delle zucchine con i gamberetti è molto comune e apprezzata in cucina e in questo caso il loro incontro genera un piatto dal sapore davvero unico, grazie al profumo e al sapore speciale del riso Venere.

Riso venere con zucchine e gamberetti


Ingredienti

300 gr. riso venere | 200 gr. gamberetti | un bicchiere vino bianco | un cucchiaio erba cipollina | 1 scalogno | 2 zucchine grandi | olio evo | sale e pepe

Preparazione

  Fate bollire il riso Venere in acqua salata per 20 minuti circa. Nel frattempo tritate lo scalogno e fatelo appassire in una padella con un filo d'olio evo. Tagliate le zucchine a dadini e aggiungetele allo scalogno in padella.

  Lasciate cuocere a fuoco vivace per qualche minuto e poi aggiungete i gamberetti. Fate cuocere ancora qualche minuto e poi sfumate con il vino bianco.

  Scolate il riso Venere a versatelo nella padella. Fatelo saltare in padella per qualche minuto e solo alla fine aggiungete un cucchiaio di erba cipollina tritata finemente.

Il riso Venere fa benissimo alla salute. La sua particolarità più importante infatti, è  l’elevatissimo contenuto di antociani, sostanze vegetali presenti anche nei mirtilli ed in altri vegetali, capaci di catturare i radicali liberi; gli antociani sono proprio i componenti che danno al riso Venere il suo caratteristico colorito nero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>