Insalata di patate, semplicità a tavola

di Redazione 0

Ho assaggiato l’insalata di patate fatta come da ricetta di questo articolo la prima volta durante il cenone di capodanno. Era servita come uno tra i tanti antipasti e nonostante tutti gli altri fossero molto ricercati, alcuni a base di pesce, altri a base di carne e così via, il piatto che più mi è rimasto impresso di quella cena è stata proprio l’insalata di patate,tanto che ho richiesto subito la ricetta alla signora che l’aveva preparata. Se vi capita di lessare delle patate che spesso vi avanzano, non scervellatevi troppo sul come utilizzarle, cimentatevi in questa insalata. Premettendo il fatto che per portare in tavola un’insalata di patate non ci vuole poi molto, basta qualche piccolo accorgimento per renderla speciale. Innanzitutto non andare oltre con la cottura delle patate: controllatene costantemente la cottura con una forchetta in modo che non risultino troppo cotte.

Alla maionese che utilizzerete per il condimento, potete, se volete e se vi piace, aggiungere dello yogurt naturale. Lo yogurt alleggerirà e renderà più delicata l’insalata di patate. La ricetta in questione prevede l’aggiunta di wurstel. Se non li gradite potete ometterli. Se volete arricchirla potete aggiungere delle uova sode tagliate a fettine, delle olive verdi e, se di stagione, dei pomodori.

Un altro abbinamento ideale è quello con il tonno. L’insalata di patate è uno di quei piatti che si presta ad essere preparato con largo anticipo, anche la sera prima per esempio, e si trasporta facilmente e si conserva nei contenitori di plastica per alimenti. Ecco perchè è ideale da consumarsi in ufficio, oppure da portarsi dietro in occasione dei picnic. E’ un piatto ideale anche per i bambini, soprattutto quando si parla di patate e wurstel la mia esperienza mi dice che impazziscano letteralmente. Infine, eliminando i wurstel diventa un piatto vegetariano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>