Gamberoni alla birra e zafferano, per un menu a tutto pesce

di Redazione 2

Questa preparazione può tranquillamente far parte di una cena in piedi, una di quelle in cui prepariamo il tavolo stendendo una bella tovaglia e magari decorandolo un po’ e poi iniziamo a dar vita al nostro piccolo buffet per gli invitati. Sicuramente questi gamberoni vanno serviti caldi, quindi non possono essere preparati con molto anticipo, ma visto che la pastella ha bisogno dei suoi tempi di riposo possiamo intrecciare e combinare lo svolgimento di questa ricetta con qualche altra preparazione e perchè no, anche con una doccia e la nostra di preparazione, prima che arrivino gli ospiti!

Come per tante altre pietanze la frittura aggiunge moltissimi grassi alle nostre ricette ma non possiamo negare che doni quella specie di tocco in più, che non è sofisticato o elegante, ma che aggiunge qualcosa a livello di sapore e di profondità del piatto che andiamo a mangiare. Ecco che i gamberoni preparati con questa pastella alla birra, in quest’ottica, acquistano ancora di più come sapore nuovo e intenso.

Se proprio non riuscite a organizzare la cena lasciandovi come finale la preparazione di questi gamberoni potete anche prepararli con un po’ di anticipo, con dei piccoli accorgimenti però: il piatto su cui adagerete la carta assorbente potrete averlo in precedenza riscaldato, in modo da tenere in caldo i gamberoni anche mentre si asciugano, e poi passateli nel forno o nel microonde poco prima di portarli in tavola.

Commenti (2)

  1. Per tutti gli appassionati della birra doc vi suggerisco l’evento che si terrà presso la fiera di rimini che prende il nome di Selezione Birra.

  2. Grazie per il suggerimento!

Lascia un commento a Claudia Cancel Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>