Pane alle carote, limone e arancia

di Fabiana 0



Tornano in piazza le Arance della salute: con un contributo di soli 9 euro potrete contribuire alla sostegno della ricerca contro il cancro promossa come sempre dall’Airc. Insieme alle arance, quest’anno i volontari andranno anche a distribuire un ricettario con tante ricette di celebri che che propongono come utilizzare le arance in cucina. Ecco la ricetta del pane alle carote, limone e arancia di Carlo Cracco, un piatto che viene servito proprio all’interno del ristorante dello chef. 

Ottimo pane alternativo è preparato all’insegna degli agrumi ed è veramente speciale: la preparazione è un po’ lunga, ma potrete dedicarvi alla preparazione di un pane ottimo da servire in qualche occasione speciale.

Pane alle carote, limone e arancia


Ingredienti

Preimpasto: | 40g di farina forte - 23g di acqua - 2g di lievito di birra - 2 limoni biologici non trattati - 2 arance biologiche non trattate - sale | Impasto: | 230g di farina forte - 160g di acqua - 2g di malto d’orzo (in alternativa, miele di castagno nella stessa quantità) - 8g di lievito di birra - 7g di sale fino - 70g di carote già bollite e frullate | Copertura: | 50g di estratto di carote - 30g di farina di segale - 1,5g di lievito di birra - farina bianca per coprire

Preparazione

   Preparate il preimpasto: lavorate la farina insieme all’acqua, il lievito, un pizzico di sale e la scorza degli agrumi da grattugiare senza intaccare la parte bianca più interna per ottenere una consistenza omogenea e poi lasciate riposare per 12-15 ore in frigo.

   Con il gancio a spirale impastate invece la farina, l’acqua, il malto e il lievito e dopo 5 minuti, aggiungete anche il preimpasto lievitato, il sale e le carote. Lavorate ancora per 3-5 minuti, e formate con le mani una pagnotta, poi sistematela in una bacinella coprendola con la pellicola.

   Lasciate riposare 10 minuti, riprendete il pane e dategli la forma leggermente allungata e sistematelo all’interno di uno stampo di cartoncino da 500 g. Mezz’ora prima dell’ultima lievitazione, preparate la copertura mescolano all’interno di una bacinella l’estratto di carote con la farina di segale e il lievito di birra. Coprite con la pellicola e lasciare riposare per 30 minuti.

   Non appena il pane sarà nello stampo, spalmate la copertura sulla parte superiore, cospargere con un po’ di farina bianca e lasciare lievitare ancora per un’ora a 28 °C.

   Fate cuocere in forno caldo per 15 minuti a 200 °C, poi abbassate la temperatura a 180° C e lasciate per altri 15 minuti. Controllare che il pane sia cotto con la prova stecchino sfornate e lasciare raffreddare coprendolo con un canovaccio.

Come si ricorda nella ricetta contenuta nel libro Carlo Cracco, Il buono che fa bene, edito da Vallardi, la carota è ottima perché ricca di sali minerali e perché contiene le vitamine A, B, C ed E, ma  è anche ricca di betacarotene, che equivale alla vitamina A. 

PANE IN COCOTTE DI GHISA, LA RICETTA DI CSABA

PANE DI SEGALE DI GABRIELE BONCI

PANE SVEDESE ALLO ZAFFERANO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>