Pane svedese allo zafferano, i Kanelbullar

di Fabiana Commenta



Si chiama pane svedese, o  Kanelbullar, ed è un dolce tradizionale che viene aromatizzato grazie alla presenza dello zafferano. Si tratta di paninetti dolci a metà strada fra il pane e il pan brioche. È una preparazione speziata, perfetta per la colazione, ma anche per altri momenti della giornata.

In Svezia si prepara tutto l’anno, ma in effetti da noi è molto legato al periodo natalizio.

Pane svedese allo zafferano, i Kanelbullar


Ingredienti

mezzo cucchiaino di pistilli di zafferano | 2 cucchiai di acqua bollente - 220 ml di latte tiepido - 15 g di lievito fresco
 - 1 uovo medio
 | 500 g di farina bianca per pane | 1 cucchiaino di sale - 50 g di zucchero semolato - 100 g di burro - 1 uovo sbattuto, per la doratura



Preparazione

  Sbriciolate all’interno di una piccola ciotola lo zafferano e versatevi sopra l’acqua bollente. Lasciate riposare anche per 12 ore. 
Trascorse le ore necessarie dovrete preparate l’impasto: versate il latte tiepido in una ciotola e sbriciolate il lievito. Aggiungete l’uovo e amalgamate lentamente con la frusta. In una ciotola ampia mescolate la farina, il sale e lo zucchero, create una fontana al centro. Versate al centro della fontana il liquido con il lievito già preparato, poi l’acqua con lo zafferano, il burro fuso e successivamente raffreddato. 


  Mescolate bene, aggiungete e lavorate gradualmente la farina verso l’interno fino a quando non avrete ottenuto un composto liscio. 
Potrete sempre aggiungere un cucchiaio di farina alla volta se l’impasto presenta briciole e appare troppo secco o aggiungere del latte o acqua se appare troppo secco. Trasferite l’impasto sul piano di lavoro un po’ infarinato e impastate bene per circa 5 minuti fino a quando non risulterà compatto e morbido.

  Adesso rimettete l’impasto nella ciotola, copritela con un foglio di pellicola e lasciatelo lievitare al caldo, fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume per almeno un’oretta. 

Trascorso il tempo necessario rimettete la pasta lievitata sul piano di lavoro infarinato e cominciate a lavorarla di nuovo. Dividetela in sette parti uguali e create una sorta di salsicce di circa 20 centimetri di diametro. Arrotolate ogni “salsiccia” su sé stessa e create una specie di rosa.

  Sistematele sulla teglia unta e sistemate le altre tutte intorno alla prima. Preparate la pasta per l’ultima lievitazione: infilate la teglia all’interno di un sacchetto di plastica lasciandolo gonfio, chiudetelo bene e fatelo lievitare al caldo fino a quando non sarà raddoppiato di volume in circa 40 minuti. Nel frattempo accendete il forno a 200°C.

  Tirate fuori la pasta lievitata, spennellatela un po’ con la glassa di un uovo sbattuto per regalare la doratura. 
Lasciate cuocere nel forno ben caldo per circa 30 minuti controllando che il pane diventi dorato. Sfornate tutto e servite i vostri panini. 



Prepararlo non è difficile, m ovviamente avrete avere a disposizione tutto il tempo necessario perché la lievitazione è molto lunga. Potrete anche farcire i vostri panini con la panna oppure i canditi o l’uvetta all’interno del vostro impasto.

 

PANINI DOLCI CON LO ZAFFERANO

PANINI RUSTICI CON POMODORO E CON OLIVE

PANINI CON BURRO E CON LATTICELLO